Aprile 2015: Progetto esecutivo. C’è o no ?

Comune, AMT e Ati analizzano il tracciato delle linee del filobus, in vista del progetto esecutivo:
1.Zona tra la Genovesa e piazzale XXV Aprile, compreso il tratto che parte dal policlinico di Borgo Roma. Corsi: “Apportiamo piccole modifiche dove saranno installati gli impianti per il controllo della circolazione lungo le corsie preferenziali riservate al filobus”.
2.Tratto tra piazzale XXV Aprile e Saval-Ca’ di Cozzi. Corsi: “In via Mameli puntiamo a garantire alle auto le svolte a sinistra e a consentire la seconda corsia in prossimità di semafori e incroci. In Borgo Trento e in Valverde prolungheremo le linee elettriche. L’elettrificazione della linea, dal Saval a piazzale Stefani (ospedale di Borgo Trento), proseguirà fino a piazzale Cadorna”. In via IV Novembre introduciamo “il sistema di corsia dinamica: dalle 7 alle 9 potranno circolare solo filovia e autobus; non le auto private”.
3.Tra piazzale XXV Aprile e via Zeviani (Borgo Venezia), si prolunga la linea elettrica dalla Stazione a via Giberti-incrocio con via Valverde e dalla Stazione in via Scalzi. Traffico sdoppiato in Borgo Venezia: il filobus passerà su via Pisano in una direzione e su via Spolverini nell’altra.
4.Sotto l’orologio della Bra passeranno sia i filobus sia i mezzi privati.
5.Zona Est: al di qua dello svincolo autostradale di Verona Est, sono previsti il futuro capolinea e il parcheggio scambiatore, legato alla realizzazione di un nuovo centro commerciale, il cui iter risulta difficile. E’ da analizzare il tratto tra le vie Zeviani, Verdi e Dolomiti, a San Michele.
6.Trazione elettrica. Corsi: “Il modello si sceglie entro gennaio (ritornello!): o un Van Hool o un Solaris. Nei tratti non elettrificati sarà possibile l’alimentazione a batterie”. Prevale l’attenzione al modello Solaris, elettrico, con i fili, fuori città; a trazione con motore diesel, senza fili, nelle zone centrali. Corsi: “In direzione Borgo Trento il filobus non sarebbe collegato a fili elettrici aerei solo in corso Cavour”.

7.Il nuovo mezzo? Corsi: “Attendiamo la proposta di Ati, con migliorie rispetto al modello scelto”.

Maggio. Ati presenterà la sua proposta definitiva sul modello di filobus per Verona, che deve soddisfare tutte le condizioni della gara d’appalto. Ci si orienta al modello Solaris, da tempo in dotazione a Salisburgo e in una località nei pressi di Valencia. L’obiettivo è che viaggi agganciato ai fili elettrici fuori città, ma che sia elettrico, senza motore diesel, anche in centro città, grazie all’uso di grandi batterie elettriche. In via Mameli aumentano i tratti dotati di linea aerea elettrificata, cui agganciare le ‘tiracche’ del nuovo mezzo di trasporto pubblico

Lascia un commento

Archiviato in Filobus, Il trasporto pubblico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...