Archivi del giorno: 2 Mag 2015

Contributo del giornalista Alessio Corazza

Da “Il Corriere di Verona” del 10-12-14

L’idea che il progetto del traforo delle Torricelle, nato in tempi di vacche grasse, credito facile e traffico automobilistico crescente, potesse scollinare indenne gli anni della grande crisi attraverso un aggiustamento in corso d’opera, si è rivelata una pia illusione. Il pronunciamento dell’Autorità nazionale anticorruzione di Raffaele Cantone suona come un “De profundis” non solo per la gara d’appalto, ma per l’intera opera. La proposta dei promotori di poter realizzare il traforo a stralci nasceva infatti da problemi concreti e apparentemente insuperabili. “Non c’è alternativa a meno che non si voglia tornare al Cipe e aspettare un molto improbabile finanziamento dal Ministero. Ma di questi tempi non ci spererei”, diceva l’ingegner Gianfranco Zoletto, uno degli amministratori delegati della Mantovani spa, che avrebbe dovuto raccogliere il testimone da Technital una volta che dalla progettazione si fosse passati ai cantieri. Molto probabilmente è un problema di soldi: Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle