Dicembre 2014. Cambia tutto: No al traforo con una sola galleria.

Per Anac (Autorità nazionale anticorruzione, presieduta da Raffaele Cantone) realizzare il Passante Nord in due fasi temporali successive e distinte non è legittimo: “Mutano in modo significativo le condizioni contrattuali, con una proroga temporale (da 3,5 a 12,5 anni) della concessione e con un mutamento della tipologia dell’intervento, distinto in due fasi, che consente, in tempi brevi, di ottenere una prima remunerazione a favore del concessionario, aprendo una prima carreggiata a doppio senso di marcia”. Il Piano economico-finanziario (Pef) e termini e modalità di esecuzione del project financing non possono essere modificati rispetto alle procedure di gara del Comune”.

Tutto da rifare, quindi.

A chiedere il parere di Cantone è stata la stessa Amministrazione Tosi, nell’aprile 2014, “per valutare la trasparenze e l’integrità dell’opera; per vigilare sulle imprese operanti; per esprimere un giudizio di legittimità su questioni insorte durante lo svolgimento delle procedure di gara”.

Il parere positivo avrebbe significato un’accelerazione della firma della convenzione definitiva tra Comune di Verona e il gruppo di imprese capitanato da Technital.

La reazione dell’Amministrazione Tosi

Assessore Enrico Corsi: “Trovo assurdo attendere otto mesi un parere che noi abbiamo sollecitato per maggiore tranquillità. Non ne faccio una tragedia. Non è uno stop; non si dovrà ricominciare da capo: il Passante Nord con traforo resta opera fondamentale. L’accaduto comporta un allungamento dei tempi. Aspettiamo le decisioni di Technital”.

Sindaco Tosi: “Il parere dell’Authority è arrivato quasi un anno dopo la richiesta. Partecipare a un incontro ufficiale con Anac; definire insieme una soluzione praticabile per realizzare l’opera e poi vedersela bocciare dall’Authority stessa, lascia perplessi di fronte alla burocrazia italiana. Vogliamo quest’opera e faremo tutti gli sforzi per realizzarla. C’è chi non vede le numerose opere pubbliche portate a termine dalla nostra Amministrazione in sette anni e mezzo e innumerevoli volte ha detto che il filobus non sarà realizzato. Invece l’apertura del cantiere è imminente: il 18 dicembre. Pure il traforo sarà realizzato, anche con i 53 milioni di A4. Avanti tutta!”

L’Amministrazione tiene i contatti con lo studio legale Cancrini e attende le decisioni di Technital.

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...