Archivi del giorno: 30 gennaio 2015

Conseguenze dell’accordo e pareri discordi

“Catullo spa”: “L’aumento di capitale è finalizzato a sostenere lo sviluppo delle infrastrutture degli aeroporti di Verona e di Montichiari, secondo gli indirizzi del Piano industriale e come previsto dal progetto del sistema aeroportuale del Nord Est. Al termine dell’operazione (fine ottobre), il Polo aeroportuale del Nord Est dovrebbe essere realtà. Montichiari sarà prevalentemente cargo, ma muoverà anche passeggeri. Sarà aperta la nuova autostrada Brescia-Bergamo-Milano”.
– Cade la garanzia della “veronesità” della “Catullo spa”: si cancella la norma dello statuto per cui il 51% delle quote dovevano essere possedute da società con sede legale nella provincia di Verona.
– La Giunta comunale di Verona trasferisce le proprie quote della Catullo (111.563 azioni, per un valore di oltre 3,5 milioni) a Aerogest.
– Il Catullo sposa Save in condizioni migliori di quelle semi-comatose di 3 anni prima, ma ancora non completamente in salute. Bilancio 2013: – 3,2 milioni.
– I conti della “Catullo spa”, negli anni scorsi sull’orlo del crac, sono in sicurezza, grazie all’arrivo di soldi spendibili.
– Non è finita. Fine giugno. Collegio dei Revisori dei Conti di Camera di Commercio: “La procedura dell’accordo Save-Catullo, come delineata nella delibera e nella documentazione a corredo, difetta del confronto concorrenziale tipico delle procedure ad evidenza pubblica”. In altre parole: si doveva fare la gara. Ci si chiede perché si sia scelta a tutti i costi la trattativa privata. Si decide comunque di procedere.
Sindaco Tosi: “Le procedure sono legittime. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Aeroporti di Verona, Aeroporto Catullo, Aeroporto D'Annunzio Montichiari