La posizione del Partito Democratico (continua)

– Bertucco: “Il sindaco Tosi concentri l’attenzione sul futuro del Catullo. Mancano le strategie, come l’idea di area metropolitana che preveda l’aeroporto come riferimento di molti.
Ci sono luoghi deputati a discutere di questi temi? La Giunta? La Lega Nord? Il CdA Autostrade? Il bar dove Tosi prende il caffè con Gamberale? Verona avrebbe proprio bisogno di un sindaco. Nessuna svolta con la gestione Arena: continuano il rinvio dell’azione di responsabilità nei confronti del CdA Bortolazzi, il calo dei passeggeri; il debito alto; le strategie di rilancio perdenti, che privilegiano attività non avio: centri commerciali, supermercati, ristoranti, parcheggi: come Bortolazzi. Fatto grave: il trasporto merci è sempre fermo. Chiediamo un partner industriale con soldi e competenze, da individuare con bando internazionale, che guardi verso il Nord Europa”.
– Gianni Dal Moro: “Puntiamo sugli aeroporti del Nord Europa: Monaco, Berlino, Francoforte. Da sempre storia e sviluppo di Verona corrono sull’asse del Brennero. Le decisioni non vanno prese a colpi di maggioranza senza coinvolgere tutte le forze politiche. Il lavoro di squadra del Sistema Verona ha portato alla concessione di Montichiari alla “Catullo spa”. Speravo che la collaborazione proseguisse. Non può essere la sola maggioranza a fare questa scelta strategica”.
– Paolo Zanotto: “La nostra vocazione è verso Monaco di Baviera e Nord Europa. Far entrare Venezia nel nostro scalo è negativo. Uno scalo aereo cresce e offre collegamenti sempre migliori se soddisfa la domanda di chi opera nel territorio di riferimento. Per il Catullo questo territorio è l’area del Garda che intercetta Veneto occidentale, Lombardia orientale e Trentino Alto Adige. E’ illusorio sperare che l’ingresso della veneziana Save possa dare vantaggi al Catullo: Venezia cercherà di saturare il suo aeroporto prima di sviluppare Verona. Assai migliori sarebbero le opportunità di crescita nel caso di alleanza tra Verona, Brescia e Bergamo. Gli aeroporti di queste tre città hanno caratteristiche diverse e complementari; nessuno scalo sottrarrebbe traffico agli altri. Si salverà il Catullo se la politica veronese sarà meno accentratrice e più generosa con i territori con cui si allea. Chi guida gli enti veronesi deve avere una strategia territoriale che dia valore al ruolo sopra regionale della nostra città”.

Lascia un commento

Archiviato in Aeroporti di Verona, Aeroporto Catullo, Aeroporto D'Annunzio Montichiari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...