Questione amianto

Luglio 2014. Via San Marco, tra Borgo Milano e lo Stadio. L’incubo di un isolato: è un tetto, in cemento-amianto, di un grande mobilificio, di oltre mille mq, potenzialmente cancerogeno.

23 famiglie raccolgono firme per far sloggiare il temuto vicino. Gli accertamenti di Comune e Arpav stabiliscono che quel vecchio tetto va tolto. Ma non succede. Residenti: “Temiamo per la salute nostra e dei nostri figli che frequentano tre nidi e due scuole elementari nelle vicinanze”. Sollecitano il sindaco Tosi a costringere il proprietario a eseguire quanto notificato. Ma non succede nulla. Sono tanti i casi come questo. La Regione li sta censendo. Controlla tutti gli edifici pubblici con amianto sui tetti, nei pavimenti e nelle tubature, in vista dello smaltimento.

In via San Marco pare che la proprietà non abbia le risorse economiche per i necessari lavori.

Valutazione di Tito Brunelli

Della “questione amianto” si parla da decenni, affermando che l’eliminazione dell’amianto dai nostri quartieri è un’ovvia forma di sicurezza per tutti. Eppure si continua a parlarne. Occorre elencare i siti dove ancora oggi c’è amianto e decidere subito di eliminarlo nei modi previsti dalla legge. Semplice, ma si deve fare.

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni, Terza Circoscrizione, Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...