Quanti veronesi sanno che anche noi abbiamo le Stelle?

Valutazioni di Tito Brunelli
Situazioni come quella di Stelle, appena descritta, di una gravità impensabile a Verona, riguardano tutta la Valpantena. Ultimamente ampi fenomeni e franamenti hanno interessato il territorio di Grezzana.
Mi limito a ricordare la causa principale di tanto danno, dipendente dalla volontà degli uomini e delle Amministrazioni che hanno autorizzato, in Valpantena, interventi edilizi richiesti a gran voce da cittadini, ma che il Comune sapeva benissimo a quali conseguenze avrebbero portato.
Nella valle, nel corso dei millenni, il flusso delle acque si è autoregolato con prognelle che facevano confluire l’acqua dai colli verso il progno, che percorre tutta la valle, in direzione Borgo Venezia, verso l’Adige.
Ciò che è successo negli ultimi decenni risulta subito evidente a chi va a Santa Maria in Stelle, a Sezano e nei centri vicini. Le prognelle dove scorreva l’acqua non ci sono più: sono coperte da case. L’ambiente, tra i più belli di Verona, attira chi passa e crea invidia. Molti cercano casa nella vallata. Ed ecco le costruzioni che coprono il territorio e anche le prognelle. Quando piove, in mancanza delle prognelle, l’acqua scorre e va dove può correre di più: nelle strade che, in caso di pioggia, diventano torrenti: le nuove prognelle. Ed ecco spiegato quanto scritto sopra.
Continuiamo a far finta di niente. Ultimamente una parte dei residenti ha protestato perché sono stati autorizzati lavori per realizzare la cantina sociale di Quinto: opera preziosa per la valle, ma causa di nuovi guai ambientali: si continua su una strada che si sa mortale per il territorio.
Ci chiediamo: di chi è la responsabilità? Certamente di chi continua a chiedere di costruire: famiglie, cooperativa, costruttori. Ma la massima responsabilità è di chi autorizza che opere, nel caso della cantina indispensabili, vengano costruite in aree delicate e destabilizzanti per il territorio collinare. La storia non insegna.
D’accordo?

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni, Verona e il suo Territorio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...