Archivi del giorno: 30 giugno 2014

Piccolo gambero

                         Se l’immobile fosse di privati ?

Nella città di Verona un’importante sede istituzionale è ai limiti dell’agibilità. Chi passa nei suoi pressi rischia che gli cada in testa materiale vario.

Alcune aule sono chiuse perché non agibili. E’ chiuso un locale di 5000 mq con affreschi di Nicola Giolfino, del 1540. Preoccupano crepe, allagamenti e infiltrazioni d’acqua; muffe e situazioni igieniche al limite; bagni che non funzionano; spogliatoi senza porte; finestre senza vetri. Particolarmente grave è la situazione dello spogliatoio della sezione motorizzata: senza porta e senza vetri alle finestre. Questa stanza viene usata anche come magazzino: chiunque può entrare. Fatiscenti sono la facciata e il tetto di 500 anni. Nel soffitto si notano rigonfiamenti. Tempo fa, per le forti piogge, sono saltate alcune tegole del tetto e si è allagata la cantina che serviva da archivio.

Dicembre 2013. Ingresso principale inagibile. Si entra dal cancello. “Colpa delle piogge e della vetustà della struttura”. Si sono staccati intonaci, tufo, malta e calcinacci. Arrivano i pompieri, che rimuovono le parti pericolanti della facciata. Le impalcature ormai sono uno stabile arredo.

Domanda. Se l’immobile descritto fosse la sede di una azienda privata cosa succederebbe? Continuerebbe a operare? Come si comporterebbe il Comune? Continua a leggere

Pubblicità

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi, Urbanistica

Ancora la Verona Gambero

Pubblicheremo ora una ventina di pagine concernenti lo (eventuale) spostamento della sede della Polizia Municipale e la storia e il futuro utilizzo delle strutture di Cà del Bue. Sono due esempi di come le incertezze e i ripensamenti nelle decisioni politiche  non portino da nessuna parte. Tutti gli avvenimenti e le argomentazioni sono comunque stati ampiamente trattati dalla stampa locale.

Lascia un commento

Archiviato in Cà del Bue, Urbanistica