Secondo luccichio: Esselunga di fronte alla Fiera

Si riprogetta da capo

Il Comune canta vittoria. La vendita dell’area pubblica di fronte alla Fiera (24.400 mq, con struttura di vendita su 8000 mq. Circa 120 dipendenti) è una scommessa vinta dal sindaco Tosi e dal vice Giacino. Dove oggi c’è un parcheggio per 2.500 posti auto, sorgerà Esselunga (la terza in città, dopo Borgo Venezia e corso Milano). Un affare per il Comune: economico (incassa più di quanto sperava) e politico (Tosi può controbattere a chi dice che Verona è ferma). Base d’asta: 25 milioni. Ricavo: 27,5 milioni, di cui 23.375.000 al Comune e 4.125.000 alla Fiera.

Ricordiamo che, nel gennaio 2014, il Comune ha venduto le ex scuole Bom Brenzoni alla Cassa Depositi e Prestiti per 5 milioni. Prima stima: 16 milioni e numerose aste deserte. Altre vendite di immobili: il Comune ha incassato solo da Cariverona.

Comune e VeronaFiere assicurano che non è problema la presenza, a poche centinaia di metri, di due strutture commerciali. Il Comune dovrebbe affidarne la gestione alla Fiera.

Il Sindaco: “Operazione straordinariamente vantaggiosa per il Comune, per la Fiera, per Verona. Ringrazio il vicesindaco Giacino, i consiglieri di maggioranza e il gruppo Esselunga, che ha creduto nella nostra città effettuando un investimento notevole che valorizza un patrimonio immobiliare pubblico. E’ giornata storica per Verona e un’opportunità di sviluppo.

Ora possiamo sistemare Verona Sud. La messa in vendita di parte dell’area su cui doveva sorgere il Polo finanziario aveva scatenato mille polemiche nell’opinione pubblica e in Consiglio comunale. Si diceva che nessuno avrebbe speso oltre 20 milioni per acquistarla”.

Paolo Paternoster, presidente Polo Fieristico: “Operazione storica per l’importanza dell’acquirente e per la somma incassata. Il futuro dell’area dell’ex Mercato Ortofrutticolo è definito”.

Fabio Venturi, presidente V Circoscrizione: “Posti di lavoro per residenti di Verona Sud. Con la cifra incassata il Comune migliorerà viabilità e vivibilità della zona. Saranno create rotonde, ciclabili e reti di acque bianche e nere, di cui la ZAI è sguarnita, con relativi impianti fognari. Via Morgagni, riqualificata, diventerà la nuova porta d’accesso alla Fiera”.

Daniele Bernato, presidente IV Circoscrizione: “L’area era comunque destinata a uffici e luoghi commerciali. Con un supermercato di eccellenza si animerà e si riqualificherà la ZAI oltre i giorni di Fiera e si combatterà il degrado. Lo attendevamo da tempo”.

Polato (PdL): “Un affare per il Comune. Per soldi si ferisce un quartiere martoriato e si mettono in ginocchio i commercianti. Il piano industriale fieristico prevedeva altri parcheggi, con il vincolo che non venissero persi posti auto in zona. Con questa decisione ne vengono persi mille”.

Confcommercio: “Il Comune fa cassa e i piccoli commercianti chiudono. Un nuovo punto vendita creerà conseguenze nefaste sui negozi dei quartieri contigui e sono previsti altri centri commerciali: alle ex Cartiere, alle ex Officine Adige e in tutta Verona Sud”.

Partito Democratico. “Cosa è accaduto di tanto importante da far cambiare idea a Sindaco e Fiera? Dal 2007 Tosi giura che ogni progetto che riguarda Verona Sud deve tener conto della priorità della Fiera. Riello e Mantovani avevano gioito per la cancellazione del Polo finanziario e l’inaugurazione del grande parcheggio a raso: ora o la Fiera non è più la priorità o i parcheggi all’improvviso non sono determinanti per lo sviluppo: averne mille lontani non è la stessa cosa che averli vicino. Non ha niente da dire il gruppo dirigente della Fiera?

Occorre una pianificazione urbanistica: sullo stesso asse del nuovo supermercato insistono altri (troppi) mega progetti di centri commerciali. Tosi tappa una falla del bilancio comunale, ma che cosa sarà di Verona Sud, dei suoi cittadini, della vivibilità dei quartieri, delle piccole attività commerciali quando tutto questo commerciale diventerà funzionante?”.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Centri Commerciali, Eredità Tosi, Luccichii a Verona, Urbanistica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...