Archivi del giorno: 10 giugno 2014

Secondo luccichio: Esselunga di fronte alla Fiera

Si riprogetta da capo

Il Comune canta vittoria. La vendita dell’area pubblica di fronte alla Fiera (24.400 mq, con struttura di vendita su 8000 mq. Circa 120 dipendenti) è una scommessa vinta dal sindaco Tosi e dal vice Giacino. Dove oggi c’è un parcheggio per 2.500 posti auto, sorgerà Esselunga (la terza in città, dopo Borgo Venezia e corso Milano). Un affare per il Comune: economico (incassa più di quanto sperava) e politico (Tosi può controbattere a chi dice che Verona è ferma). Base d’asta: 25 milioni. Ricavo: 27,5 milioni, di cui 23.375.000 al Comune e 4.125.000 alla Fiera.

Ricordiamo che, nel gennaio 2014, il Comune ha venduto le ex scuole Bom Brenzoni alla Cassa Depositi e Prestiti per 5 milioni. Prima stima: 16 milioni e numerose aste deserte. Altre vendite di immobili: il Comune ha incassato solo da Cariverona.

Comune e VeronaFiere assicurano che non è problema la presenza, a poche centinaia di metri, di due strutture commerciali. Il Comune dovrebbe affidarne la gestione alla Fiera.

Il Sindaco: “Operazione straordinariamente vantaggiosa per il Comune, per la Fiera, per Verona. Ringrazio il vicesindaco Giacino, i consiglieri di maggioranza e il gruppo Esselunga, che ha creduto nella nostra città effettuando un investimento notevole che valorizza un patrimonio immobiliare pubblico. E’ giornata storica per Verona e un’opportunità di sviluppo. Continua a leggere

Pubblicità

Lascia un commento

Archiviato in Centri Commerciali, Eredità Tosi, Luccichii a Verona, Urbanistica