Archivi del giorno: 8 giugno 2014

La lucciola del buon mangiare e bere

 Adriano Celentano: “Caro Farinetti la tua cultura è una facciata per riempire le tue tasche”. Accusa: ha sostituito lo storico teatro milanese “Smeraldo” con un punto vendita della sua catena. Qualcosa di simile avverrà a Verona: basta Auditorium; sì a Eataly”.

Massimo Bubola, cantante: “Farinetti investe e porta la cultura del cibo e del vino. Lo si accusa perché non si costruisce un Auditorium. Responsabili sono le Amministrazioni che non l’hanno realizzato. In città ci sono luoghi dove costruire un teatro o un Auditorium: penso alle caserme”.

Paolo Arena, Confcommercio: “Non contrapponiamoci. Verona (gli operatori lo chiedono da anni) ha bisogno dell’Auditorium per attirare eventi e congressi. I prodotti agroalimentari sono il nostro petrolio e Farinetti li sa valorizzare. Meglio coinvolgere la città e le sue competenze e programmare a 360° evitando interventi estemporanei: ciò che è condiviso è più accettato. Ma non ne farei un caso di Stato. Bisogna tener conto degli investimenti proposti da privati”.

Paolo Zanotto: “Un grande negozio come Eataly è perfetto per gli ex Magazzini Generali. Continua a leggere

Pubblicità

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi, La Verona del sindaco Flavio Tosi, Luccichii a Verona, Urbanistica

Il “luccichio” Eataly scalda molti

Valutazioni e commenti politici 

Soddisfatto il sindaco Tosi. “Eataly ed Esselunga saranno una di fronte all’altra, in un’area dedicata all’agroalimentare. Eataly si qualifica per attivismo culturale. Farinetti si è interessato della storia della ghiacciaia, pensata per conservare cibo in arrivo da tutta Europa; vuole mettere in mostra questa ‘macchina del ghiaccio’, in zona espositiva destinata alla cultura enogastronomica del nostro territorio. E’ risposta a chi dice che Verona è ferma, senza investimenti e lavoro”.

Biasi (Cariverona): “Mettiamo a reddito un investimento: avremo un canone annuo”.

P.D.: “L’arrivo di Eataly è buona notizia che accogliamo con soddisfazione: uno spiraglio di luce e il rafforzamento della vocazione internazionale di Verona. E’ una eccellenza del ‘made in Italy’, una leva importanti per la ripresa dell’economia italiana, capace di promuovere un’idea di qualità della vita. Si garantisce poi la valorizzazione della ghiacciaia, da tempo in degrado.

Preoccupa l’assenza di pianificazione urbanistica: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi, La Verona del sindaco Flavio Tosi, Luccichii a Verona, Urbanistica