Dibattito politico sul riorganizzato trasporto su ferro

Tosi e Variati, sindaci di Verona e Vicenza, contro Regione e Trenitalia: “I treni tra Venezia e Milano non vanno soppressi, altrimenti obbligano a cambi, attese e disagi, oppure a spendere cifre alte. Dopo le 18 chi lavora fuori regione rischia di non trovare un treno per rientrare”.

Parlamentari scaligeri: la sera, il Veneto è isolato sulla direttrice Sud; chiedono perciò più treni tra Roma e Verona e tra Bologna e Verona. Il servizio per Roma si interrompe alle 18,50; quello tra Bologna e Verona dopo le 22,35. Chiedono di ripristinare i collegamenti ferroviari tra Veneto e Lombardia, in particolare tra Verona e Milano, per non penalizzare Verona, crocevia del Nord Est. La direttrice Est si fa più cara per pendolari, studenti e lavoratori. Il biglietto da e per Milano costa fino a tre volte di più. Con le Frecce crescono le corse veloci tra Roma e Verona, ma anche le tariffe.

Interviene il P.D.:

– l’orario cadenzato è positivo se aumenta il numero di treni e fermate;

– il Veneto, sul piano ferroviario, fa acqua da tutte le parti;

– chiede un confronto, a livello ministeriale, sulla riduzione del servizio ferroviario nel Nord;

– sostiene che la priorità è il trasporto pubblico su ferro e su gomma;

– afferma che, senza nuove risorse, la riorganizzazione rischia di fallire.

Cisl: “Bene l’orario cadenzato. Peccato che riguardi solo i collegamenti nel Veneto. Bene che la Lombardia garantisca il collegamento dei treni regionali: porterà posti di lavoro”.

Legambiente della Lombardia: “ I treni arriveranno a Brescia e Verona, non a Venezia e le coincidenze non saranno garantite. Per evitare di cambiare treno a Verona e di allungare i tempi del viaggio, i pendolari si serviranno delle Frecce Rosse, con aumento dei costi. Se le due regioni non vogliono fare il servizio, lo mettano a gara secondo la prassi europea”

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Collegamenti ferroviari, Infrastrutture, La Verona del sindaco Flavio Tosi, Verona che non cambia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...