Catullo. Chi sapeva dei debiti ?

 

Secondo l’ex direttore generale (dg) Soppani i soci erano informati delle decisioni prese per il Catullo. Tutti hanno detto: “Sì”. Non accetterà di prendersi tutte le colpe; chiamerà in causa tutto il vecchio CdA. L’ex presidente Bortolazzi godeva di ampia autonomia decisionale e poteva firmare contratti fino a 200.000 euro senza passare dal CdA. Aveva l’appoggio dei soci veronesi, del Comune in particolare. Ora rischia l’azione di responsabilità perché il suo piano era “un sogno fuori dalla realtà”.

Gennaio 2013. Il CdA vota a favore dell’azione di responsabilità contro il precedente CdA (poi però rinvia la decisione).

Presidente Arena: “Scelta compiuta con amarezza, ma inevitabile. Devono rendere conto dei 26,6 milioni di perdite nel 2011 e di vari scandali: assunzioni pilotate, appalti gonfiati, contratti tossici. Chi sarà ritenuto colpevole dovrà pagare di tasca propria”.

– Il P.D.: “Anche Tosi e Miozzi in tribunale: devono risarcire i debiti: hanno nominato le persone a cui ora chiedono di pagare; hanno votato quanto Bortolazzi proponeva: sono corresponsabili e non più credibili. Tosi spieghi chi ha avvallato le decisioni e come intende risollevare le sorti dell’aeroporto che anche nel 2013 chiuderà in rosso. Quali strategie propone? Con chi allearsi?”.

Flavio Tosi si tira fuori: “Nel Catullo il Comune di Verona ha una partecipazione azionaria non determinante: il 7%. Ridicolo quindi attribuire al Sindaco responsabilità per la gestione”.

Anche la magistratura apre un’inchiesta sui bilanci in perdita della Catullo spa.

Luglio 2013. La Procura ottiene sei mesi di proroga delle indagini sulle presunte irregolarità. Come si è potuto arrivare a un tal debito? Dove sono finiti i soldi? Si ipotizza che il precedente CdA non abbia comunicato ai soci i dati reali sul bilancio. Ipotesi di reato: “pubblico ufficiale si appropria o distrae a proprio profitto o di un terzo denaro o qualsiasi cosa mobile non appartenente alla pubblica amministrazione, di cui ha il possesso in ragione del proprio ufficio”.

– Il Catullo è sotto l’attenzione dell’Unione Europea per aiuti di Stato (illegali) concessi a Ryanair.

Novembre 2013. Il presidente Paolo Arena manda una lettera raccomandata a tutti gli ex amministratori della “Catullo spa”. Così presidente, ex consiglieri e ex dg non possono sperare che la prescrizione li salvi dalla possibile richiesta di rifondere alla “Catullo spa” i danni causati dalle seguenti 4 decisioni prese nel passato:

– contratto capestro e incentivi concessi o prorogati a compagnie aeree, alla Ryanair in particolare, perché utilizzassero lo scalo veronese, senza debita autorizzazione e/o a condizioni economiche prive di giustificazione e in violazione delle normative europee sugli aiuti di Stato.

– affidamento a soggetti esterni di progettazioni, forniture o consulenze in mancanza di istruttorie regolari e di adeguata negoziazione.

– assunzione di personale dipendente a tempo indeterminato, senza la richiesta dei dirigenti del settore e con procedure di assunzione non adeguatamente verificate e controllate.

– utilizzo indebito di risorse aziendali o rimborsi non dovuti e operazioni compiute anche in presenza di possibili conflitti d’interessi.

Arena : “E’ possibile una “azione di responsabilità” da parte del Catullo. La magistratura ha avviato indagini”.

Domande: perché, dopo tanti rinvii, la lettera è stata spedita, visto che alla prescrizione dei fatti citati mancano due anni? Perché è stata spedita a tutti i membri CdA?

Il 5 luglio l’assemblea dei soci aveva stabilito di fare gli atti necessari perché non si potesse dire che ci si era lasciati sfuggire la possibilità di chiedere i danni, in particolare all’ex presidente e all’ex dg.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Aeroporto Catullo, Aziende partecipate, Commenti, Indagini giudiziarie, Vicende giudiziarie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...