Si riapre l’indagine su Soveco

Assessore Corsi: ”Il Comune ha fatto tutto ciò che le leggi richiedono circa i suoi obblighi sulle procedure anti mafia per gli appalti pubblici. Stupisce che allo strabismo di Bertucco e Grillini, che rivolgono al Comune le domande di chiarimento che andrebbero rivolte alla Ccc di Bologna, si aggiunga l’assessore regionale Massimo Giorgetti”.

Fine novembre 2013. Il reato è vicino alla prescrizione, essendo trascorsi 10 anni dalla presunta evasione. Viene lo stesso riaperta l’inchiesta penale avviata dalla Polizia Tributaria di Verona nel 2007: in Soveco si sarebbe consumato il reato di frode fiscale. L’azienda non avrebbe pagato per intero le tasse e Papalia avrebbe nascosto assegni circolari “per complessivi euro 803.825 provenienti dall’evasione fiscale”. In base alla stessa informativa del 2007, la Polizia Tributaria aveva comunicato alla Procura la notizia di riciclaggio di denaro sporco nei confronti di Papalia.

Una seconda inchiesta (questa può finire a processo) riguarda l’azienda romena “Cseh Beton srl” con sede amministrativa a Verona. La Polizia Tributaria le contesta l’omessa dichiarazione delle imposte. Gli inquirenti indicano in Papalia l’amministratore di fatto di questa società all’epoca dei fatti contestati. Si legge: “Papalia si rendeva responsabile di aver omesso la presentazione delle dichiarazioni annuali di imposte dirette e Iva a partire dal 2003”. Papalia si è mosso per regolarizzare la posizione della società romena. L’inchiesta è aperta. La Procura potrebbe chiedere il rinvio a giudizio di Papalia.

Questi fatti attirano ulteriori ombre su Soveco: riappare il sospetto che Papalia sia una sorta di “socio occulto” in grado di controllare l’azienda attraverso l’ex coniuge.

Francesco Urtoler e Antonino Papalia sono nel registro degli indagati esclusivamente per aspetti fiscali (presunta evasione). Soveco sostiene che la posizione con il fisco è stata sanata da tempo, con un accordo con Agenzia delle Entrate.

L’indagine, che dura da più di 6 anni, non ha nulla a che vedere con l’inchiesta che ha travolto Giacino.

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi, Urbanistica, Vicende giudiziarie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...