Archivi del giorno: 2 marzo 2014

Lettera anonima del ‘corvo’

Maggio 2013. Una lettera anonima, arrivata ai capogruppo della minoranza del Consiglio comunale,elenca presunti illeciti di Vito Giacino, vicesindaco e assessore all’Urbanistica dell’Amministrazione Tosi. La Procura della Repubblica apre un’indagine.

“Siamo professionisti e imprenditori stanchi dell’arroganza di questa Amministrazione”.

Accusano Giacino di essere al vertice di un sistema che ha rilasciato pratiche urbanistiche ed edilizie in cambio di tangenti mascherate da consulenze. Il vicesindaco ha indotto imprenditori e professionisti a “transitare nello studio della moglie Alessandra Lodi, avvocato, per consulenze (tangenti)”, versando una somma tra i 40 e i 150.000 euro: passaggio obbligatorio per le imprese che necessitavano di permessi o concessioni a costruire. Immediatamente dopo questo ‘passaggio’ il Comune autorizzava le concessioni. Altrimenti le pratiche si impantanavano in Comune.

Il corvo elenca (nomi, date e precise circostanze) 7 note imprese edili di Verona Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Caso Giacino, Cementificazione, Eredità Tosi, Indagini giudiziarie, Urbanistica

Un quarto intervento della Procura: sotto i riflettori Vito Giacino

Dopo il malaffare ATV, parentopoli e decapitazione di AGEC, un quarto intervento della Procura.

Fa traballare l’Amministrazione comunale: Vito Giacino, vice sindaco, assessore all’Urbanistica, successore designato del sindaco Tosi, viene indagato dalla magistratura, si dimette e poi verrà arrestato.

N.B. Le notizie che riportiamo nei prossimi articoli sul caso Giacino e che coinvolgono aziende e persone di varia provenienza sono apparse, con ampio rilievo, sulla stampa locale.

Lascia un commento

Archiviato in Caso Giacino, Indagini giudiziarie