Archivi del giorno: 20 febbraio 2014

Il dibattito politico

Michele Croce, ex presidente AGEC: Nei mesi di presidenza, Croce ha visionato un’ampia documentazione su affitti, canoni, aziende (sempre le stesse) assegnatarie degli appalti AGEC. “Emersero contrasti quando cominciai a chiedere chiarimenti su aspetti inquietanti. Ho informato i vertici del Comune del quadro desolante che emergeva: già sapevano, ma non hanno agito. Invece di ascoltarmi e adottare contromisure si precipitarono a defenestrarmi. Non mi restava che andare in Procura. Quanto sta avvenendo dimostra che il sistema non è più in grado di auto proteggersi. I pilastri dei palazzi del potere scricchiolano”.

Stefano Valdegamberi: “Quasi ogni giorno si leggono notizie di indagini e provvedimenti sugli enti comunali. E’ la conferma: nelle aziende comunali di Verona c’è bisogno di molte verifiche”.

Valdegamberi contesta Tosi per il sospetto di una “strana coincidenza temporale” delle inchieste che investono l’Amministrazione. “Non è ‘giustizia a orologeria’! La magistratura ha portato a maturazione indagini su fatti di cui tutti parlavano da tempo e sui quali anch’io ho chiesto insistentemente risposte all’Amministrazione. Le indagini su “parentopoli” sono partite nel 2011; quelle su Fondazione Arena erano in corso due anni fa; il sospetto su assunzioni pilotate dalla politica al Catullo sono del 2012. Per altre inchieste in corso (gara per il filobus, AGEC, assunzioni in Acque Veronesi) ho chiesto chiarimenti negli anni scorsi”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in AGEC, Aziende partecipate, Commenti, enti economici veronesi, Riflessioni