Archivi del giorno: 13 febbraio 2014

Terza indagini e ipotesi di reato contro AGEC: Riguardano i servizi cimiteriali

La gara per affidare l’appalto dei servizi nei 23 cimiteri cittadini sarebbe stata eseguita con le stesse modalità di quella per le mense scolastiche, con una variante decisiva: la commissione giudicante, presieduta da Tartaglia, contestò l’offerta della ditta prima classificata, che ha proposto un ribasso del 14,70%, fino a determinarne l’esclusione.

Ascoltiamo i periti che la Procura ha incaricato delle indagini: “Le scelte di AGEC hanno lo scopo di assegnare lavori, servizi e forniture a un ristretto numero di imprese e a impedire la concorrenza di altre. Si decideva anche in ragione della provenienza geografica delle imprese concorrenti: non dovevano essere estranee al tessuto veneto”. In altre parole: erano favorite le aziende venete. La ditta vincitrice, poi esclusa, la “Multiservice srl”, ha sede in Molise. Questa ditta ha fatto ricorso al TAR contro la sua esclusione e lo ha vinto. La decisione spetta al Consiglio di Stato.

La magistratura indaga il direttore e il capo e un dipendente del Servizio manutenzioni di AGEC. Sono accusati (i dipendenti AGEC indagati diventano 10) di abuso d’ufficio e turbativa d’asta. I due sono coinvolti per filoni di inchiesta di cui non è emerso il contenuto.

Il gip: “L’inchiesta arriverà a maturazione. Il non rispetto delle regole è consuetudine in AGEC; dimostra l’impropria attribuzione di funzioni e la sistematica violazione delle regole, in funzione di scopi propri, estranei all’amministrazione”.

Per questa vicenda la procura ha disposto il sequestro di beni degli indagati. Hanno vinto la gara la “Bonazzi srl” e la “Cooperativa San Michele”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in AGEC, Aziende partecipate, enti economici veronesi, Eredità Tosi