Archivi del giorno: 12 febbraio 2014

Seconda indagine e ipotesi di reato a carico di AGEC: La refezione nelle mense scolastiche

Sono due i bandi di gara gestiti da AGEC per l’appalto del servizio mensa nelle scuole della città:

– quello per il triennio 2013-2016, indetto in data 11-2-13. Fa gola alle imprese perché assegna 28.585.000 euro, con il “criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa”.

– quello del triennio precedente: 2010-2013

Nel bando del 2013, Tartaglia era presente come direttore generale AGEC e come presidente della commissione che aggiudicava l’appalto. Con lui avrebbero agito quasi tutti gli arrestati:

– Campedelli, Confente, Tagliaferro e Bianchi componevano la commissione aggiudicatrice. Secondo la Procura, assegnavano il punteggio “in modo del tutto arbitrario, in totale assenza di una valutazione concreta delle offerte”.

– Con loro operavano Fasoli, Cona e Dusi. Il gip li definisce “commissione ombra, senza alcun titolo”; “commissari ufficiosi”, che avevano però “accesso agli atti”, alle offerte che giungevano in azienda e la possibilità di influire “sull’assegnazione arbitraria del punteggio”.

Questi 7 dipendenti AGEC e Tartaglia sono indagati (accusa di turbativa d’asta e falso in atto pubblico) per una “gestione allegra” della procedura: falsificavano i verbali e firmarono tutti gli atti di procedura della gara nello stesso giorno, compresi i tre della “commissione ombra”. Infatti si ritrovarono in segreto il 9 maggio 2013 per sottoscrivere una dozzina di verbali di gara, falsificandoli sostenendo “la loro redazione in epoche diverse”. Fingevano che quei documenti fossero stati compilati in una serie di incontri nella seconda metà di aprile, mente li avevano stilati il mese dopo in un’unica circostanza. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in AGEC, Amministrazione Tosi, Aziende partecipate, enti economici veronesi, Eredità Tosi