Archivi del giorno: 28 gennaio 2014

Azienda Trasporti Verona (ATV): Presidente e direttore generale sono indagati

– Luglio 2013. Valeria Ardito (Pubblico ministero – Pm) chiede l’arresto del direttore generale Zaninelli.

– Il gip non accoglie la richiesta: ammette il coinvolgimento del direttore per turbativa d’asta, ma ritiene che non ci siano gli elementi per un provvedimento cautelare. Occorre aspettare il processo.

– Zaninelli e Soardi restano indagati. Dall’ordinanza emerge che i due avrebbero sottoscritto l’invito alla gara d’appalto a favore di Nicolini, ottenendo in cambio lavori di ristrutturazione della casa a Sommacampagna il primo e sospette regalie il secondo.

Il procuratore Schinaia: “A nostro avviso esistono sufficienti prove per giustificare misure restrittive della libertà personale. In ogni caso, seppure in stato di libertà, i due soggetti restano indagati per reati di corruzione e turbativa d’asta. Le condizioni richieste da ATV per partecipare alla gara potevano essere soddisfatte dal solo imprenditore veronese ora in cella: Nicolini”.

Partito Democratico: “Le motivazioni della condanna dell’imprenditore Nicolini (bandi truccati, assunzioni fittizie, tangenti) chiamano in causa i vertici di ATV e confermano che tra Verona e Vicenza esisteva un sistema finalizzato a pilotare appalti in favore di imprenditori amici e a scapito della collettività. Zaninelli chiarisca la sua posizione e dica cosa succede in azienda. Il sindaco Tosi assuma le sue responsabilità politiche; valuti l’operato degli uomini di fiducia che lui ha nominato, dimostratisi non all’altezza del compito loro affidato. I fatti sono gravi. Non comprendiamo come i vertici di ATV stiano al loro posto e il Sindaco non prenda provvedimenti. Chi è coinvolto nelle indagini su ATV si faccia da parte o venga messo da parte: le responsabilità politiche sono evidenti. La selezione del personale va fatta in base alle capacità, non alla fedeltà personale al leader”.

In particolare è bene capire come mai, dal 2007 al 2010, i costi per gli appalti delle pulizie dei bus siano schizzati da 514.000 euro all’anno a 874.000 e poi, con l’appalto dell’agosto 2012, aggiudicato ad altra azienda, sono tornati a 578.000 euro.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in ATV, Eredità Tosi

Aziende pubbliche trasporti: Condanne a Vicenza. E a Verona?

Filone veronese. Per l’accusa, il Presidente e il Direttore generale di ATV (Soardi e Zaninelli) hanno ‘turbato’ il procedimento amministrativo “al fine di condizionare le modalità di scelta del contraente (Nicolini)”. Ai due il Pm contesta la corruzione: ognuno ricevette un utile: lavori presso la propria abitazione e nel proprio ufficio, una colf gratis, l’incarico di consulente esterno.

Indagato anche il legale rappresentante della cooperativa “BBc service”, che ricevette in subappalto l’incarico vinto da Nicolini in ATV. Un commercialista e un consulente amministrativo avrebbero aiutato Nicolini a ‘celare’ le cospicue somme di denaro sottratte alle casse della cooperativa SIPP, denaro che veniva destinato in buona parte per acquistare regali per gli indagati”. Più di 600.000 euro, per l’accusa, furono destinati a fini estranei a quelli della cooperativa. I due professionisti contribuirono a nascondere le sottrazioni nel bilancio sotto la voce “spese varie”. La cooperativa divenne insolvente e fallì.

Sono contestati a Nicolini la raccolta, il recupero e lo smaltimento di rifiuti speciali e pericolosi senza autorizzazione. Il riferimento è alle 6 salme, destinate alla cremazione, tenute in un container (vilipendio di cadavere). Altre accuse: deposito incontrollato di rifiuti speciali e pericolosi (all’interno delle bare c’era zinco e vennero rinvenuti nel cortile fusti di olio esausto e accumulatori al piombo) e abbandono di rifiuti ospedalieri (in occasione del trasferimento di salme nel cimitero di Villafranca) e frode nel contratto di fornitura per quello di Grezzana. Nei lavori movimento terra utilizzò terreno misto a fanghi, resti ossei e cimiteriali anziché terreno vegetale.

Due dipendenti dei comuni di Brenzone e di Arcole sono indagati Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in AGEC, ATV, Eredità Tosi