Archivi del giorno: 3 dicembre 2013

Il Piano degli Interventi in II^ Circoscrizione: “Case su case, catrame e cemento” (Celentano)

Quinzano.

Condominio tra le vie Zavarise e San Rocco: 13.700 mq su 20.700 di terreno. Sono 5 piani, mente la media in zona è di 3: circa 50 famiglie.

Compensazioni: l’atteso collegamento stradale tra le vie Are Zovo e Zavarise e il consolidamento del ponticello pedonale; è una sorta di circonvallazione per la parte ovest della frazione, per evitare di attraversare in auto il centro abitato.

Parona.

Nello spazio di Abital: 3.000 mq di abitazioni; 4.200 di commerciale; 12.500 di terziario.

Nuove case tra le vie Riolfi, Monastero, Milani (case a tre piani per 1.200 mq) e Pighi (650 mq di abitativo), in cambio dell’ampliamenti del parco giochi e di un park per la scuola materna.

Sotto villa Monastero sorgeranno nuove abitazioni (1.800 mq, massimo 4 piani). Compensazioni: il parcheggio atteso dai negozianti di largo Stazione Vecchia e un’area verde attrezzata.

Novembre 2011. Associazione “Vicini a Parona”: “Gli insediamenti abitativi di 4 piani tra le vie Riolfi e Monastero creeranno un’alterazione paesaggistica davanti alla secentesca Villa Monastero”. I residenti chiedono un tratto ciclopedonale di collegamento tra le vie Arusnati e Brennero.

Si cerca la soluzione per il grande polmone verde con oratorio utilizzato per i bambini del Grest e per attività ricreative della parrocchia. Proprietaria è la ditta privata che ha acquisito Villa Monastero che sorge sopra il parco e che vuole valorizzare il complesso e acquistare l’area del sottostante oratorio.

Giacino: “Il Comune sistemerà a proprie spese la villa e i proprietari cederanno l’area dell’oratorio al Comune che la darà ai cittadini: sarà della comunità paronense”.

Sottopasso di largo Stazione Vecchia e rotonda tra la strada per Arbizzano e via Brennero saranno inseriti nel P.I. Filobus e opere minori (aree verdi) garantiranno a Parona vivibilità e sicurezza. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi, Piano degli Interventi 2011, Seconda Circosrizione, Urbanistica