Politiche 2013: tre obiettivi (2)

simbolo_udc_b

In vista delle elezioni politiche del 24-25 febbraio ci battiamo per tre obiettivi: 

Mario Monti: Presidente del Consiglio
Stefano Valdegamberi: nostro eletto alla Camera dei Deputati
Tito Brunelli: Consigliere della Regione Veneto

2) Negli scorsi anni molte volte ho cambiato canale televisivo durante i cosiddetti dibattiti politici, che tutto sono fuorché politica come ricerca del bene comune. L’ho fatto perché non ne potevo più di battibecchi inutili e dannosi, preconfezionati da esperti, ripetitivi, apparentemente colmi di ostilità reciproca, ma nei fatti voluti e cercati, con il beneplacito dei dirigenti dei mezzi della comunicazione sociale, di giornalisti e di conduttori venduti al successo degli ascolti. In questi scontri è stabilmente presente l’assenza di idee, di proposte, di informazione e di coinvolgimento dei cittadini. Quello che i protagonisti di questi ‘spettacoli’ cercano, e che esperti di comunicazione loro suggeriscono, è la battuta ad effetto: chi la inventa migliore vince lo scontro fine a se stesso.

Quando è arrivato al governo Mario Monti tutto è cambiato: abbiamo ascoltato dibattiti pacati; tentativi, spesso falliti, di vera politica; confronti concreti su pensioni, mondo del lavoro, gruppi di potere; evasione fiscale da sconfiggere; tasse da pagare e da contenere per non esasperare i cittadini; integrazione tra diversi; finanza e, soprattutto, essenzialità dell’Unione Europea.

In molti abbiamo cominciato a respirare, anche se purtroppo non sono emerse idee chiare e proposte innovative, capaci di indirizzare noi e i popoli europei. Abbiamo capito che entrare nella vera politica è difficile: occorrono informazione, preparazione, tempo e pazienza, per mettere in moto le nostre migliori energie. Difficile, ma quella è la strada; quella contraria al “ghe pensi mi”.

Negli ultimi tre mesi sono tornati i vecchi dibattiti tra “politici” che ripetono la loro particina preconfezionata che punta ad attrarre lo spettatore e a parlare tanto per parlare, con lo scopo di conquistare l’elettore.

Ricomincio a inorridire. Purtroppo le “facce nuove” dei partiti fanno rimpiangere quelle vecchie. Basta con lo scontro tra Centro Destra e Centro Sinistra. Hanno già fatto troppi danni!

Ricominciamo a tirarci su le maniche tutti insieme, in partiti rinnovati e reali, decisi ad affrontare le questioni che vanno risolte.

 Tito Brunelli

(continua)

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni politiche 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...