Verso le elezioni politiche. Protagonisti del nostro futuro?

Il mondo della politica è cambiato. Ad esempio è sempre più difficile identificare Destra, Sinistra e Centro. Meglio avere come riferimento la ricerca del bene comune di noi, popolo.

Diventano determinanti alcuni presupposti:

– dire a noi stessi e a tutti la verità come la sentiamo dentro di noi, senza pre-giudizi.

– riconoscere che la libera scelta è personale.

– ci si può dividere nelle scelte e continuare a cercare insieme l’essenziale.

– non essere spettatori, magari informati, e decidere di essere protagonisti delle scelte, in dialogo con partiti e movimenti che si muovono nella società nazionale.

Pongo alcuni punti fermi:

Primo. Vietato ritornare a un anno fa (purtroppo negli ultimi mesi le avvisaglie sono negative): ai due Poli contrapposti (Centro Destra – Centro Sinistra) che danno il meglio di sè fronteggiandosi e accusandosi reciprocamente, senza entrare nelle scelte, ma massacrandosi a vicenda. Abbiamo verificato a cosa porta questa contrapposizione tra Poli: a parlare del nulla, con il Polo che perde le elezioni impegnato a impedire con ogni mezzo che il vincitore governi e i partiti vincitori che, pur non contando nulla, difendono ogni scelta o non scelta di chi ha in mano il potere. Un esempio: chi ha pregiudizialmente votato che Ruby è nipote di Mubarah e ha difeso pubblicamente questa posizione si è mostrato servo e deve rispondere della sua scelta. La speranza c’è ed è concreta: nei primi 10 mesi del governo Monti il confronto è stato sulle decisioni politiche e su come migliorarle. Quella è la strada. Dal novembre scorso si è tornati al peggio: ogni giorno i mass media hanno mostrato scontri spietati tra esponenti politici: offese, parolacce, tentativi di delegittimare il nemico. Un nuovo ‘capo’, Beppe Grillo, fa dell’offesa e dell’affronto il suo cavallo di battaglia. Non possiamo permetterci di tornare a questa guerra di tutti contro tutti. Credo illusorio che questa guerra tra Poli venga abbandonata finché Silvio Berlusconi è in politica. Chi si ritiene l’unico che capisce e come tale si comporta; chi obbedisce ai sondaggi e vuole ingraziarsi il popolo ad ogni costo per poter fare i fatti propri, in politica fa solo del male, suscita il peggio dell’umanità e crea una opposizione uguale e contraria.

Secondo. Le liste bloccate ci fanno ritrovare, senza scampo, i ‘capi’, i loro fedelissimi e i ‘grandi’ della casta. I nuovi rischiano di essere delle comparse. Speriamo di essere smentiti.

Terzo. Possiamo criticare il governo Monti, riconoscendo però che ha affrontato enormi problemi, prospettando possibili soluzioni, in un clima generale di rinnovata fiducia a livello internazionale.

Preoccupa ascoltare esponenti dei partiti che hanno sostenuto il governo Monti che oggi ne vedono solo difetti e ne proclamano il fallimento. Preoccupa molto che, all’interno dei raggruppamenti elettorali, ci siano gruppi che elogiano l’opera di Monti e gruppi che affermano che ciò che ha fatto il governo Monti va molto modificato e addirittura denigrato. Stante questa situazione, cosa garantisce che non torniamo nel baratro in cui eravamo e che è ancora a un passo da noi?

La mia prima conclusione: io non voto i due Poli (Centro Destra e Centro Sinistra). Non li metto però sullo stesso piano: i danni che imputo ai governi Berlusconi nella coscienza del nostro popolo sono di una gravità inaudita. Mi metto dalla parte del governo Monti, sapendo che presenta tanti limiti, soprattutto sul piano sociale, nella speranza che operi per un progetto d’Italia e di Europa, nel contesto mondiale, che ci aiuti a essere cittadini nel nostro territorio, in Europa e nel mondo.

Tito Brunelli

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni politiche 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...