Scricchiolii. Verona era uno snodo fondamentale delle Ferrovie dello Stato. E ora?

Verona, in posizione geografica strategica e all’incrocio tra i corridoi europei uno e cinque, era un nodo portante della rete ferroviaria italiana, in un Veneto diviso in due aree, ognuna con direzione compartimentale: quella orientale a Venezia; quella occidentale a Verona. La riorganizzazione in atto accentra tutto a Mestre, trasferendovi da Verona, tra molti disagi, 300 dirigenti, funzionari, capitreno e macchinisti, senza referenti precisi, se non un numero verde a Venezia.
Conseguenze:
– nel 1994 le ferrovie impiegavano a Verona circa 12.000 persone; oggi sono circa 3000;
– da Verona dipendevano i nodi di Bolzano, Mantova, Rovigo. Ora non è più così e c’è il rischio di perdere anche la direzione dei treni sulla Verona-Bologna, a vantaggio del capoluogo emiliano;
– il nodo scaligero perde pezzi in continuazione a favore di Venezia, Bologna e Milano.
– da più di un anno, con la direzione, è sparito da Porta Vescovo anche il presidio della PolFer.
– Trenitalia, nel luglio 2011, elimina 27 corse regionali, poco frequentate, anche sula linea Verona-Legnago-Rovigo: tutti convogli usati da lavoratori pendolari e studenti.
– alcune linee regionali sono tra le peggiori d’Italia.
– si investe poco nel servizio di trasporto pubblico e quel poco è in costante calo. Legambiente: “Negli ultimi 10 anni gli investimenti statali sono stati destinati per il 71% a strade e autostrade; per il 15% a metropolitane; solo il 14% alle linee ferroviarie nazionali e regionali. La Regione Veneto dal 2003 al 2012 ha destinato il 92,4% delle spese alle strade e solo il 7,6% alle ferrovie.
– non si affronta il problema pendolari (quelli veneti sono 152.000 all’anno, in crescita annua del 13%, causa la crisi finanziaria), costretti a subire un trasporto pubblico di un’arretratezza imbarazzante”.
– le merci sarebbero in pericolo. Circola voce circa la chiusura dello scalo di Santa Lucia. Sarebbe una buona notizia se lo scalo fosse trasferito al Quadrante Europa, lasciando libera un’area enorme e vitale per il futuro sviluppo di Verona Sud; sarebbe invece pessima se andasse in vantaggio di altri nodi, come Bologna.
* Unica consolazione: i lavori in corso per la cura della stazione di Porta Nuova, voluta da Grandi  Stazioni: ci saranno molti più negozi e molto meno ferrovieri.
Cosa sta succedendo?
Trenitalia punta sull’Alta Velocità sulla dorsale Napoli-Milano e sui remunerativi treni euro star.
Il trasporto con treni regionali e Intercity dipende da contrattazioni tra Stato ed enti locali, chiamati a coprire i costi: ogni 6 mesi si contratta: l’azienda minaccia chiusure e i governi locali mettono mano al portafoglio.
In questa situazione si misura la capacità dei politici locali a tutela dei cittadini per :
– far capire all’azienda che l’insufficiente afflusso di utenti è causato dalla modesta qualità del Servizio; dall’assenza di pubblicità e di informazione; dal fatto che le corse verso centri piccoli e lontani, incapaci di riempire i treni, vanno previste in perdita;
– mostrare peso politico in sede centrale e regionale, per sostenere le buone ragioni dello sviluppo veronese, che punta sul turismo. In tempi di carburanti costosissimi, cresce l’importanza dei collegamenti ferroviari, per creare possibilità per una città che ha bisogno di crescere.
Annunci

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Una risposta a “Scricchiolii. Verona era uno snodo fondamentale delle Ferrovie dello Stato. E ora?

  1. Pingback: Verona – Cerca News » Scricchiolii. Verona era uno snodo fondamentale delle Ferrovie dello Stato. E ora?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...