Scricchiolii. Cliniche in città? No. Meglio fuori. In centro storico case su case

Primavera 2011. L’ex storica casa di cura Chierego-Perbellini (Borgo Trento), immersa nel verde, ai piedi delle Torricelle, in zona panoramica, diventa un condominio.
– Fabio Segattini, consigliere PD, accusa la Regione (da anni ha deciso di trasferire a Marzana gli spazi ospedalieri della clinica) e la Soprintendenza (prima ha detto no alla trasformazione per vincolo paesaggistico sull’area; poi ha cambiato idea, usando il silenzio assenso: 60 giorni senza dire no equivale a un sì). Sappiamo chi era Assessore alla Sanità in Regione (Flavio Tosi e Sandro Sandri). Guarda caso una persona molto interessata alla vicenda ha cambiato casacca politica (Mimma Perbellini)”.
– Franco Fazzini, preoccupato rappresentante del comitato dei residenti: “Perché la Soprintendenza  ha capovolto la sua decisione senza dare spiegazioni?”.
– Mario Gianelli, consigliere di Circoscrizione del PD: “Speculazione edilizia. Esempio devastante di come si rovina la nostra collina”.
Risponde Palazzo Barbieri: la prima delibera che spostava l’attività sanitaria della clinica a Marzana è del 2002 e porta la firma dell’assessore Fabio Gava. Tosi e Sandri hanno solo confermato.
Segattini sul Piano degli Interventi: “I proprietari propongono di destinare a residenziale 14.000 mc, offrendo in cambio solo 20 posti auto: se il Piano è questo, chissà cosa ci toccherà vedere in città”. Replica l’assessore Vito Giacino: “Siamo alla fase istruttoria. Tutto è al vaglio degli uffici”. Franco Zumerle, avvocato, a nome della proprietà Gianos srl  precisa che “i progetti hanno superato cinque giudizi tecnici; ci sono stati due sopralluoghi millimetrici del Comune. Tutto è risultato in regola”.
Il fatto. Arrivano le ruspe per costruire un edificio ex novo. Troppo grande, per i residenti: dai 3 piani della clinica si passa a 6. La superficie lievita di 6 volte. Scrivono una lettera al sindaco Tosi e all’assessore all’Edilizia privata Alessandro Montagna, chiedendo di verificare il rispetto delle norme: “La nuova costruzione è a norma? Quale la sua destinazione?  Al suo posto starebbe per nascere un grande condominio residenziale di 6 piani, con due sotterranei per garage. E’ un rischio per la viabilità del quartiere e per la zona di pregio paesaggistico”. Inutilmente il Comitato fa presente che la zona è tutelata dal vincolo paesaggistico ambientale in quanto si trova ai piedi delle Torricelle e all’imbocco della storica ‘lasagna’ che conduce alle colline. Il contesto paesaggistico viene compromesso: l’edificio è visibile dal centro storico e da ponte Pietra. Risponde Alberto Bozza, presidente della seconda Circoscrizione: “Tutto regolare. Il progetto ha avuto il via libera da Commissione e Consiglio. E’ una riqualificazione di qualità su cui nessuno ha avuto da ridire”. La moltiplicazione del volume e dell’altezza è effetto del piano casa regionale che consente l’ampliamento degli edifici esistenti del 20% se a uso residenziale.
Note di Tito Brunelli.
– Come si spiega il comportamento della Soprintendenza? Anche questa istituzione di salvaguardia si allinea alla visione tosiana.
– Sono numerosi gli attacchi alle Torricelle. I cittadini veronesi devono dire se ci tengono alle nostre verdi colline o se accettano che, un po’ alla volta, diventino vie della città, con case su case, come è successo a Genova, con le conseguenze che conosciamo
– Le recenti leggi, nazionali e regionali, facilitano molto la costruzione o l’ampliamento delle case.
Esempi: il Piano Casa del governo Berlusconi, applicato localmente dalla Regione Veneto e dal Comune di Verona (permette che al posto della clinica Chierego Perbellini, di tre piani, sorga un condominio di sei piani) e, in città, il Piano degli Interventi: case su case, ovunque.

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Una risposta a “Scricchiolii. Cliniche in città? No. Meglio fuori. In centro storico case su case

  1. Pingback: Verona – Cerca News » Scricchiolii. Cliniche in città? No. Meglio fuori. In centro storico case su case

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...