Scricchiolii pesanti. La questione aeroporto Catullo grava su tutti noi

Sull’aeroporto abbiamo già scritto molto. Ci limitiamo a una sottolineatura

Chi è responsabile dei disastri  che rischiano di portarci via l’aeroporto?

C’è chi sostiene che Massimo Soppani , ex manager del Catullo e l’ex presidente Fabio Bortolazzi devono rispondere della loro gestione che ha prodotto, per il 2011, un buco di bilancio di circa 26 milioni. Occorre rilevare che anche il 2012 chiuderà in perdita (circa 10 milioni) e che c’è un ulteriore debito (perché non se ne parla?) verso l’Erario (almeno 16,5 milioni). Nella relazione del Comune leggiamo: “Le svalutazioni operate negli anni gravano pesantemente sul risultato economico della società, contribuendo a determinare l’attuale situazione economica e finanziaria”. Se però, come abbiamo mostrato in precedenti interventi sul Catullo, verifichiamo i bilanci, emerge che i due scali (Catullo e Montichiari) hanno un debito complessivo di 85 milioni. Di chi le responsabilità? Chi paga?

Le prospettive sono buie: non è detto che lo sforzo di uscire dalle difficoltà si chiuda positivamente.

Il 31 ottobre i soci che hanno sottoscritto di mettere a disposizione 15 milioni complessivi per il rilancio dello scalo sono: Camera di Commercio, Provincia e Comune di Verona; Cariverona; Provincia di Trento. Note dolenti da Mantova, Bolzano e Brescia.

Una certezza: a pagare gli errori della dirigenza e della politica sono i lavoratori.

Nota. D’accordo sulla valutazione delle responsabilità dei massimi dirigenti della passata gestione del Catullo. Con un ‘ma’: ha o no responsabilità chi ha nominato, esaltandone le doti, l’ex Presidente? Basta leggere i giornali dell’epoca per sapere chi ha sostenuto Bortolazzi ed è stato dichiarato vincente: il Sindaco di Verona.

Centinaia di dipendenti, con le loro famiglie, e la nostra città nel suo complesso pagheranno le conseguenze delle scelte compiute. E i responsabili? I trascorsi non lasciano eccessive speranze.

2 commenti

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

2 risposte a “Scricchiolii pesanti. La questione aeroporto Catullo grava su tutti noi

  1. Pingback: Scricchiolii pesanti. La questione aeroporto Catullo grava su tutti noi | Verona - Cerca News

  2. Buon giorno,
    al di là dei dipendenti di terra,rimane il silenzio anche sui dipendenti di volo Italiani,vedi Meridiana,Eurofly e la Italiana in mano alla Lufthansa,che,per il proprio interesse,lascia a casa 116 dipendenti e mette gli altri in CIG cassa integrazione,in attesa di chiuderla DEFINITIVAMENTE.Questo a pagare il buco di Milioni di Euro con il fallimento di Lufthansa Italia e gli scioperi dei dipendenti LH in germania.Causati dai loro problemi interni di licenziamenti.Facendo così chiudere un azienda gioiello del Veneto in positivo.600 posti di lavoro a rischio.Mobilità già aperta dal 18 Dicembre,dopo seduta con Sindacati Personale Navigante,Ministro dei Trasporti,Direttore AVIOHandling Apt catullo ed incontro con Tosi.Ossia Morte Annunciata di molti lavoratori VOLO/TERRA/IMPIEGATI/TECNICI &….Prodotto Italiano E PROFESSIONALITà ITALIANA CIAO CIAO ::::Gli stranieri low cost li vogliono per primi i politici,quindi non veniamo a raccontar che si protegge l’Italia e gli Italiani….poichè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...