Le strategie future : quale futuro per il Catullo e per il D’Annunzio?

Il sistema aeroportuale del Garda è corteggiato da Venezia; insidiato da Milano; pressato da Bergamo; lusingato da Monaco. Spetta alla politica (se c’è): decidere le alleanze. Prevale la tendenza verso la Lombardia.

Alla “Catullo spa” Brescia porterebbe circa 20 milioni; Malpensa 40; Monaco 50.

Varie sono le possibilità, segno che il Catullo è, nei fatti, strategico:

1) Accordo tra soci veronesi e bresciani: società unica, per un polo aeroportuale autonomo, alternativo a Milano e a Venezia.

Miozzi, presidente della Provincia di Verona: “Non ci sono alternative all’accordo tra Verona e Brescia. Poi affronteremo insieme le sfide future”.

Sottosegretario Alberto Giorgetti: “Il futuro dell’aeroporto è legato all’accordo con Brescia e all’ingresso di soci privati, senza i quali è a rischio la concessione di volo”.

A Brescia il 25% delle quote, come a Trento e Bolzano. A Verona il 50%. Nel CdA: due bresciani, due trentini e quattro veronesi, tra i quali sarà scelto il Presidente, con voto doppio, in caso di parità.

Mantova punta a rafforzare il sistema “Aeroporti del Garda”.

2) Asse Brescia – Bergamo, senza Milano. Per Verona può essere un passaggio in vista del patto con Malpensa e dell’operazione aeroporti del Nord. 

3) Monaco di Baviera pare interessato a entrare nella gestione della “Catullo spa”, portando 50 milioni. Utile per il turismo veronese e del lago. Spinge in questa direzione il Partito Democratico: “Guardiamo con interesse all’asse del Brennero: Monaco, Berlino, Francoforte. La vocazione di Verona è sempre stata collegare l’Italia al cuore dell’Europa. La selezione del partner privato deve avvenire attraverso bando internazionale”.

4) La Regione Lombardia tende a rompere l’intesa tra gli aeroporti del Garda per evitare un polo competitivo e concorrenziale rispetto a Milano e Bergamo. Sea, società che gestisce gli aeroporti del milanese e di Bergamo, pensa a un maxi polo aeroportuale del Nord, forte di cinque scali. I soci veronesi apprezzano: prima però l’accordo con Brescia; poi con Sea. Formigoni punta a riorganizzare Malpensa e Linate e a inglobare Bergamo e Brescia. Meglio se entra anche Verona.

5) Entrare nell’orbita di Venezia, attraverso un accordo con Save: fatturato di 350 milioni; utile di 40 milioni (+ 46%). Enrico Marchi: “A Verona: ottime possibilità di crescita e un problema: intorno al Catullo vedo troppa politica, che ha rovinato i conti: non ci hanno azzeccato con le infrastrutture”.

Galan, ex Presidente del Veneto: “Verona faccia squadra con Venezia. Siamo la prima regione turistica d’Italia. Con la Lombardia condividiamo la necessità di completare le infrastrutture ferroviarie e viarie. Sarebbe censurabile se Verona dipendesse dal sistema aeroportuale lombardo”.

6) Maggio 2012. Si tratta per la privatizzazione della “Catullo spa”. Gamberale e Maia, indagati per turbativa d’asta, incontrano segretamente Biasi e Tosi sul piano aeroporti. Paiono interessati ad acquisire quote della “Catullo spa”.

Il presidente Arena: “: “Siamo favorevoli a privatizzare, ma una società che cerca partner, anche internazionali, deve dimostrare di sapersi gestire. Il Catullo oggi non è in grado di farlo”. Primo: risanare i conti. Presentarsi sul mercato con l’acqua alla gola e mendicare aiuto non è il modo migliore per concludere affari.

* Si procede sul ghiaccio: le diffidenze tra veronesi e bresciani permangono.

* Il problema primo è la cattiva gestione:

– perché ci si è ridotti a questa situazione?

– chi ha guidato la “Catullo spa” negli ultimi anni? Per decisione di chi?

– chi ha scelto i dirigenti può chiamarsi fuori e dare colpe qua e là?

– Chi ha evidenti responsabilità nel fallimento può ora guidare la rinascita?

continua

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Aeroporto Catullo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...