Una promessa di 20 anni fa. Il parcheggio all’ex Gasometro. Chi paga?

Tutto cominciò nell’estate 1992. Sindaco: Gabriele Sboarina.

I tempi si sono allungati per la bonifica dell’area, contaminata in profondità da sostanze nocive e idrocarburi. Questo parcheggio diventa simbolo di immobilità e impotenza amministrativa.

Sono previsti due piani interrati per 439 posti auto e un parcheggio di superficie per 60 bus turistici.

I lavori dovranno terminare entro l’estate 2013, per non perdere i contributi regionali.

Costo (notiamo le variazioni nei documenti dell’Amministrazione):

– maggio 2011: 12 milioni, di cui 7.5 dalla Regione e 5 da AMT;

– dicembre 2011: il contributo regionale viene indicato in 8.676.000 euro;

– gennaio 2012: il costo è indicato in 14.800.000 euro, di cui 7 dalla Regione (non 8,6. Un milione e mezzo è volato per la bonifica dell’area).

Gestore del futuro parcheggio: AMT

Tempi.

* Maggio 2011. Assessore Di Dio: “I lavori partiranno nel febbraio 2012”.

* Agosto 2011. Corsi Enrico, assessore alla viabilità: “Entro settembre i bandi di gara. Aggiudicata la gara, partiranno i lavori che dureranno un anno. Responsabile delle lungaggini è (ovviamente) chi ha amministrato prima di noi. Merito dell’Amministrazione Tosi è aver sbrogliato la matassa”.

Opposizione: “Governano da 4 anni e siamo al progetto. I leghisti hanno bloccato il progetto”.

* Dicembre 2011. La Giunta vara il progetto definitivo. Tosi e Corsi: “I lavori partiranno entro la prossima primavera, prima della fine del mandato amministrativo”.

Gennaio 2012. Il bando di gara sarà pronto per maggio.

Maggio 2012. Entro fine mese si aggiudicano i lavori e le ruspe potrebbero entrare in azione.

Si è presentata un’unica cordata: Associazione temporanea di impresa (Ati), formata da AMT, Mazzi impresa Generali Costruzioni, Technital, Im.Cos, Parolini Giannantonio Spa.

Nota. L’opera è stata presentata nella recente campagna elettorale tra i meriti dell’Amministrazione Tosi. Teniamo presenti date e numeri e verifichiamo se vengono rispettati o se si parla a vanvera. Resta il solito problema: chi tira fuori i soldi che devono arrivare dalle casse del Comune o di AMT (controllata al 100% dal Comune)?

Tito Brunelli

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...