Archivi del giorno: 7 marzo 2012

Il fallimento della Lega Nord nei Comuni del veronese: Oppeano

da “Un viaggio nella Lega Nord” (17)

Non solo Bovolone, Nogara, Legnago, Bussolengo, Zimella, ma anche Oppeano.

Il Sindaco leghista licenzia gli oppositori in Consiglio comunale: fatto mai visto.

Febbraio 2011. Alessandro Montagnoli, sindaco di Oppeano e vice capogruppo della Lega Nord alla Camera dei Deputati, licenzia dal Consiglio comunale gli oppositori: Franco Bettinardi, Maria Luisa Bonizzi, Claudio Marazzetti, Alex Micheletto, Emanuele Anselmi. Con loro viene cacciato Giuliano Boaretto, ex vice sindaco, privato dell’incarico dopo un mese e mezzo di amministrazione e cancellato come iscritto della Lega.

Il fatto

Ottobre 2010. I sei consiglieri di minoranza di Oppeano ricorrono al Tar contro l’Amministrazione per una variante urbanistica che trasforma un’area verde in industriale, consentendo di venderla come produttiva; contestano il mancato rispetto degli standard urbanistici, l’assenza di uno studio idrogeologico, il non aver considerato il parere negativo della commissione urbanistica.

Dicembre: la maggioranza ritira la variante e ne presenta altre due in Consiglio, per le stesse aree. Il Comune vende entrambe le aree e ricava circa tre milioni, utili per rispettare il Patto di Stabilità.

La minoranza non ritira il ricorso.

Il Comune presenta al TAR un contro ricorso: chiede ai sei Consiglieri di minoranza il risarcimento danni e lancia l’accusa: non può amministrare il Comune chi ha con esso liti pendenti per interessi personali. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Un viaggio nella Lega Nord