Verona: la Casta

da “La Verona del sindaco Flavio Tosi”  (23)

I soldi pubblici, quelli di tutti noi, quelli delle tasse “se mi capitano sotto mano sono miei”: Tosi sindaco insegna

Mentalità diffusa: i soldi pubblici appena ci arrivano sotto mano li spendiamo a più non posso. Tanto, sono soldi pubblici; soldi di nessuno. “Posso spenderli; li spendo. Potessi spenderli, li spenderei”.

L’Amministrazione Tosi è stata maestra di questa mentalità:

– il Presidente AMIA, appena nominato, per volere del sindaco Tosi e della Lega, senza interpellare gli alleati, si aumenta di molto lo stipendio e compra un’automobile signorile, a sua disposizione.

– il Presidente di ATV, leghista, aumenta alla grande il suo stipendio e assume un nuovo direttore, leghista, con lauto stipendio, senza licenziare il precedente. E’ anche Sindaco, a Sommacampagna.

– ATV (Azienda trasporti Verona) cura tutti i trasporti territoriali. Sostituisce due precedenti Aziende (Azienda Municipale Trasporti e Azienda Provinciale Trasporti Verona), le quali però  continuano a vivere, con Presidenti, Consiglieri di amministrazione e dirigenti: posti e stipendi.

– Verona Mercato non ha bilanci floridi. Aumenta però lo stipendio di Presidente e Consiglieri.

– Lo stesso fanno il Presidente Bortolazzi e i consiglieri del CdA dell’aeroporto Catullo, di AATO (azienda pubblica che gestisce l’acqua) quando era presidente Flavio Tosi.

* Chi si occupa degli stipendi dei membri dei CdA degli enti comunali? E’ l’assessore Enrico Toffali: sì, proprio quello che appena nominato Presidente di AMIA, si è fatto aumentare lo stipendio e ha acquistato per il Presidente (cioè per se stesso) una macchina nuova e costosa. E’ avvocato e risulta l’assessore più ricco, con il conto in banca in crescita (314.697 euro). E’ proprietario di due Porsche. Che decisioni pensiamo che potrà prendere?

*Un dato sconcerta:quasi tutti i designati dal Sindaco negli enti pubblici hanno come merito non la competenza e il provato impegno, ma la tessera di un partito e il legame con chi ha il potere. Parecchi passano da un’azienda all’altra: da anni hanno uno stipendio assicurato. La stampa locale li ha presentati come “i signori nessuno”.

Il P.D., nella designazione dei suoi pochi rappresentanti, aveva l’occasione per distinguersi, indicando persone competenti e di valore. Non è stato così: è prevalsa la vicinanza-fedeltà al capo. Peccato!

– Stipendi elevati alle numerose persone dell’Ufficio Stampa del Sindaco. Così fan tutti. Uno dei primi fondamentali interventi di Zaia, neo Presidente della Regione Veneto, è assumere una équipe televisiva personale, che lo segue ovunque vada. Naturalmente per informare i Veneti. Ne parla come di un risparmio. Naturalmente è pagata con circa 100.000 euro all’anno dai veneti, che nelle parole vengono prima di tutto.

* Piccole cifre, si dice, rispetto alle spese per la politica a livello nazionale ed europeo e ai compensi ai manager di grandi gruppi a gestione pubblica; niente rispetto ai 3 miliardi circa di rimborso spese ai partiti.

A chi ragiona così cosa interessa chi vive con 600 euro al mese?

Lascia un commento

Archiviato in La Verona del sindaco Flavio Tosi, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...