Bilancio della Regione Veneto 2011. Critiche e proposte

da Regione Veneto, bilancio 2011 (8)

Proposte di Valdegamberi, con spostamenti per 110 milioni.

– I nominati dalla Regione in enti e società siano sostituiti da dirigenti, senza gettone o stipendi.

– In febbraio denuncia presunte assunzioni in aziende veronesi per ‘meriti politici’. Fa alcuni nomi: il vice sindaco di Monteforte, assunto in Acque Veronesi; due consiglieri comunali di San Giovanni Lupatoto, assunti in Amia; il vice sindaco di Villabartolomea, assunto in ATV. Chiede che la giunta Zaia verifichi i criteri di assunzione in aziende partecipate, spesso a chiamata diretta, sulla base di tessera di partito, incarichi pubblici, amicizia o parentela con i potenti.

Massimo Malvestio (gennaio 2011): “Il costo di molti servizi graverà sulle famiglie.

Meglio tagliare le spese improduttive:

– le Province (qualcuno dovrà esercitare le loro competenze);

– acqua: alte percentuali di perdite degli acquedotti;

– ospedali da chiudere e da accorpare: sono 11. Nel veronese: Villafranca, Isola della Scala,  Bovolone. Un piccolo ospedale costa migliaia di euro per abitante.

– trasporti: in alcune linee trasportare gli utenti in taxi costa meno;

– asili: problema rette;

– problema serio se chiuderanno le materne parrocchiali.

Lascia un commento

Archiviato in Bilancio Regionale 2011, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...