Archivi del giorno: 22 settembre 2011

Stipendi per i Consiglieri comunali e circoscrizionali: tanto rumore per cosa?

Si può consentire che un consigliere comunale arrivi in aula, firmi e se ne vada prendendo gli stessi soldi di chi rimane per ore?

Così si comportava il consigliere Tosi, oggi moralista: non una volta ogni tanto: quasi sempre.

Gennaio 2008. Lo stipendio dei consiglieri comunali scende dai 1446 euro lordi ai 1350 al mese.

Primavera 2010. Il Presidente del Consiglio comunale Fratta Pasini (guadagno mensile: 4.700 euro)  illustra i tagli di stipendio previsti dalla manovra economica per i 48 consiglieri comunali. Guadagneranno 1156 euro lordi al mese. Il netto sarà sugli 850, con presumibile  ulteriore calo. Dice: “Sacrificio economico accettato. I mal di pancia sono perché si è cominciato a tagliare dal basso”. A Verona la spesa complessiva cala da 704.000 euro all’anno a 560.000. Altre novità: il divieto di cumulo delle indennità; il calo dei consiglieri: – 11; gli assessori saranno al massimo 10 (oggi sono 14). Preoccupa la conclusione del Presidente: “Bisogna individuare meccanismi per incentivare la partecipazione, come la riduzione dell’indennità in caso di assenza ingiustificata”.

Il sindaco Tosi interviene:

– non faccio politica per i soldi: prendo meno della metà dello stipendio di assessore regionale; Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in La Verona del sindaco Flavio Tosi, Riflessioni