Il sindaco Tosi si è distinto? Sì. Vediamo in che direzione

da: La Verona del sindaco Flavio Tosi (16)

Sì, si è distinto per idee e per scelte sbagliate nei confronto degli immigrati:

– ha eliminato i mediatori culturali, che andavano nelle scuole, negli ospedali, nelle agenzie per la casa, ovunque richiesti per favorire la comprensione reciproca e il dialogo culturale;

– non ha voluto riconoscere che la cittadinanza si conquista vivendola e sentendosi cittadini accolti;

– ha operato per chiudere la città e dividere i gruppi sociali: ognuno per la sua strada. A quando l’integrazione?

– ha illuso i concittadini che l’essenziale sia chiudere gli ingressi, respingere. Non ha sostenuto, almeno con altrettanta forza, che i veri criminali non arrivano con il barcone. E che se san Zeno era nero ed era bravo, ci possono essere molti veronesi neri e bravi;

– non ha voluto dire che, se gli immigrati se ne andassero, il nostro sistema economico e sociale crollerebbe. E se gli immigrati non accettassero più le bastonate delle ordinanze del Sindaco?

– il Sindaco, condannato per propaganda xenofoba,  ha voluto un difensore civico dell’estrema destra fascista; un capogruppo in Consiglio comunale dalle simpatie repubblichine; un presidente di AMT della fascistissima fanteria; un consigliere comunale secondo cui “il popolo romeno ha bisogno di essere civilizzato e nutrito di valori”.

Per i veronesi va bene così. E’ proprio vero che per conquistare la liberazione c’è bisogno di indignazione (non violenta).

Il problema delle persone e di gruppi culturalmente diversi esiste. Si tratta di persone che come tali vanno considerate. Può dar fastidio, ma occorre mobilitare le migliori energie, anche economiche, per una nuova Europa: l’Europa dei popoli, tra i quali ci sono anche quelli nomadi (rom e sinti in particolare) e dei diversi.

Lascia un commento

Archiviato in La Verona del sindaco Flavio Tosi, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...