Traforo. Referendum. Scontro duro.

da: Traforo delle Torricelle (31)

*Aprile 2010. Il Comitato comunale dei garanti “dichiara inammissibili i quesiti n° 1 – 2 – 3 – 5 (della richiesta di referendum) e ammissibile il quesito n° 4, che dice: “Volete che, anteriormente all’indizione della gara per aggiudicare i lavori, le possibili conseguenze sulla salute dei cittadini e sull’inquinamento atmosferico derivanti dalla realizzazione di un Passante Nord – traforo delle Torricelle vengano valutate da parte di una commissione di esperti indipendente e di alto profilo, con una spesa non superiore allo 0,03% dell’opera?”. Il Sindaco accoglie lo spirito della richiesta del Comitato dichiarata ammissibile senza ricorrere a un referendum che costerebbe alla città 930.000 euro: “Il quesito riguarda le possibili conseguenze della realizzazione dell’opera per la salute dei cittadini veronesi, che l’Amministrazione comunale non ha meno a cuore dei promotori. Chiederemo perciò a un organo indipendente di valutare il possibile inquinamento derivante dal Passante Nord, comparandolo all’inquinamento già esistente derivante dal traffico nella zona delle Torricelle e del Teatro Romano”. Perciò: no referendum; sì Commissione sulla salute.

*Maggio. Sul referendum, il Tribunale condanna il Comune: non è sufficiente una commissione di studio. “Va attivato l’iter di raccolta delle firme”. Ne vanno autenticate7.500, intre mesi.

Ne arrivano 8.867.

*Corsi: “Con la dichiarazione di pubblica utilità si entra in una fase di non ritorno. La ditta, se si impedisce la realizzazione dell’opera, acquisisce un diritto risarcitorio”. No al referendum.

*Firmano Schinaia ‘da residente’.“Mi auguro che i Veronesi possano esprimersi” (gelo di Tosi);

Massimo Giorgetti, assessore regionale (ira di Tosi): “Decidano i Veronesi su un’opera così importante. Collaboro alla raccolta delle firme”.

Polato (PdL): “Parla per lui, non per il PdL. Non si possono spendere 900.000 euro per nulla”. Firma anche Ciro Maschio (AN) che si è espresso a favore del referendum più di un anno fa: “Le regole devono essere precise; non che sia la politica a decidere, altrimenti il referendum smette di essere un istituto di democrazia diretta”. Il presidente della Provincia, Giovanni Miozzi: “Il traforo è necessario, ma sentire cosa ne pensa la gente è un segno di democrazia”.

Gli risponde Fabio Venturi, allora capogruppo della Lega Nord in Provincia: “Se Miozzi è afflitto da ‘referendatio precox’ per il traforo, deve smetterla di parlare da ex militante AN: la maggioranza in Provincia è Lega”. Miozzi si rimangia tutto: i partiti della Provincia, “pur ribadendo la libertà dei cittadini di promuoverlo, coerentemente con i programmi elettorali di Comune e Provincia che prevedono il traforo, non si attiveranno per la raccolta firme”.

*Andrea Miglioranzi, capogruppo della lista Tosi,: “Dobbiamo dedurre che AN ha deciso di fare opposizione all’interno della maggioranza”.

*Fasoli Roberto (P.D.): “Perché il Sindaco più amato d’Italia ha paura di un referendum? Forse non è così sicuro del consenso della gente”

*Giampaolo Beschin (UDC): “Mio nonno diceva che quando la gente vota, non è mai un male. Non sarò mai contrario a una consultazione elettorale: è un gesto di democrazia”.

Il sindaco Tosi è irremovibile: “Di referendum non si parla. Se qualcuno insiste ricorreremo alle vie giudiziarie. Sono stati ben più di 9.000 i cittadini veronesi che hanno votato alle elezioni, indicando la precisa volontà di aderire a un programma. Questa Amministrazione ha già adempiuto a quanto chiede il quesito”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Comune Verona, Riflessioni, Traforo Torricelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...