Non cittadini, ma sudditi. Perché Verona non reagisce?

da: La Verona del sindaco Flavio Tosi (2)

Sono preoccupato per il presente e per il futuro della nostra Verona. Il dato più grave: si diffonde la sudditanza nei confronti del potere politico, della Lega Nord, del sindaco Tosi.

Incontro molte persone per documentarmi sui temi che trattiamo in questo Blog. Raccolgo notizie interessanti, che non sempre si leggono sulla stampa. Quasi tutte queste persone, più del 95%, non firmano quanto dicono e chiedono di evitare ogni parola che possa far supporre la fonte della notizia. Anzi: pongono questa loro esigenza come condizione per avviare il colloquio. “Io devo lavorare”, è il ritornello “e oggi, a Verona, per lavorare tranquilli, occorre la tessera della Lega Nord o, per lo meno, non essere in rotta con il Sindaco”. Forse esagerano, ma ciò che dicono indica il dramma della nostra epoca. In parte me l’aspettavo, ma non fino a questo punto.

Ci sono sempre i servi del Potere. Sempre o quasi i potenti cercano di imporre la loro visione e le loro scelte. Ma oggi, a Verona, si esagera. Frasi che circolano: “Nulla si muove se non la appoggia il sindaco Tosi” – “Devo sentire Tosi” – “Oggi è così. Ne va di mezzo l’unità della maggioranza” – “Devo accettare questa situazione. Tengo famiglia” – “Siamo proprio stufi dello strapotere di Tosi, ma finché le cose stanno così, dobbiamo sottostare” – “Tosi sta sgretolando il PdL, ma per ora non possiamo farci nulla”. Fior di professionisti e responsabili di ordini professionali dicono a chi fa proposte: “Occorre un referente politico per poter fare quanto prospetti. Parlane con Flavio Tosi” – Ex A.N. propongono: ”Facciamo la Consulta dell’economia per decidere il progetto economico di città e provincia”. Non si fa: Tosi preferisce trattare direttamente con ogni singolo imprenditore e con quelli che stanno manifestamente con lui. “Questo modo di procedere peserà su Verona. Ma è così”.

Fa piangere il cuore ascoltare associazioni benemerite e forti, capaci di grandi interventi e di servizi di prim’ordine, senza i quali la nostra città sarebbe molto povera, dire: “Non possiamo prendere posizione; non possiamo dire la nostra pubblicamente. Abbiamo bisogno di finanziamenti. Senza l’appoggio di Tosi la Fondazione Cariverona e la Regione non ci danno nulla. Ci dispiace, ma stiamo zitti e diciamo quello che dicono tutti: Tosi è bravo”.

Ottobre 2009. Mostra delle associazioni in piazza Bra. Conosco più o meno tutti. Ho girato i banchi. Ho sentito cose gravissime:

– la nostra associazione (una delle maggiori a Verona) è stata commissariata dal livello nazionale, senza reali motivazioni. Obiettivo: consegnarla alla Lega”

– “la nostra grande associazione è stata occupata. A Roma ci hanno detto che il Presidente deve essere il tale, gradito alla Lega”

– “Ricordi quella presidente che ha dato la vita per l’associazione? Si è tramato. Si è detto ogni possibile male di lei. E’ stata eliminata. Il nuovo Presidente è leghista”

– “La nostra associazione di operatori dell’economia veronese era da sempre autonoma nelle scelte. Ora non è più così. Tosi ci ha colonizzati. Ha deciso lui il nostro attuale Presidente”

– “Ricordi quel medico? C’erano le condizioni perché diventasse primario. Sai chi è oggi il primario? E’ il pediatra della leghista che conosci”

– “Se si cerca lavoro per qualcuno, bisogna parlane con Tosi”

– Alcuni medici presentano un’idea ai responsabili sanitari. L’interlocutore risponde: “Dietro di voi c’è qualcuno?”. Questo “qualcuno” è Tosi

– “La Lega occupa tutto, anche gli strumenti a disposizione dei cittadini per le proprie valutazioni sulla sanità locale”

*Questo ho ascoltato in 90 minuti di giro tra i banchi. Cosa avrei sentito se avessi girato per altre tre ore?

* Non ho indagato. Forse qualcuno ha esagerato, ma quanto ascoltato evidenzia un sentire diffuso.

Tito Brunelli

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in La Verona del sindaco Flavio Tosi, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...