Fuoco amico

da: Traforo delle Torricelle (20)

Pezzo da 90: Alberto Giorgetti, sottosegretario all’Economia.

Critica Tosi per poca trasparenza e mancato coinvolgimento dei cittadini, con i quali il progetto va discusso. La realizzazione del traforo era nel programma elettorale, ma su un’opera di questo genere “non possiamo non aprire un confronto per verificare l’effettivo consenso”.

“Bisogna capire dove sono le risorse. L’opera deve avere certezze di finanziamento; deve essere sostenibile e condivisa”.

“No a decisioni affrettate: presentare con troppa sicurezza un progetto che cambia  radicalmente  viabilità e urbanistica della città richiede molte e approfondite valutazioni tecniche e politiche, con primo obiettivo il benessere dei cittadini. L’opera va vagliata: oggi si conoscono vaghi elementi”.

“Auspico il coinvolgimento di tutti i soggetti istituzionali, Regione e Governo compresi”.

A titolo personale pone dubbi sulla sua opportunità: “Siamo sicuri che, in tempi come questi, anziché stanziare 300 milioni per un’opera di enorme portata non sia meglio investire in azioni a sostegno del territorio? Opere minori gestite da società più piccole”.

Mitragliatrici targate “Popolo della Libertà”

(Federico Sboarina Vittorio Di Dio, Elena Traverso, Vito Giacino, Giorgio Girelli, Dionisio Brunelli, Marco Comencini, Mauro Spada):

“Proporre miglioramenti aiuta i progetti, non li ostacola. In Giunta finora nulla è stato discusso e deciso. Stiamo esaminando per la prima volta i progetti, in una fase preliminare. La Ztl divide in due la città. Certo: se il privato interverrà da solo o quasi, è impensabile lo faccia per pura liberalità; è normale che chieda delle compensazioni; ma non si può dare via libera senza sapere dove andranno realizzate. E’ necessario un finanziamento pubblico. Chi fa politica cerca le soluzioni migliori. No alla cementificazione.

Occorre il massimo appoggio della città, allargando il consenso: Consiglio provinciale, Serenissima, Autobrennero, imprenditori, categorie, enti: come e quanto possono condividere e finanziare?

Il Sindaco pone il voto di fiducia? Pronta ad andare a casa piuttosto di votare un progetto che non mi convince. Il Consiglio comunale potrà rispedirlo al mittente. Bisogna vedere come si realizza l’opera. Piuttosto di accettare ‘obtorto collo’ quanto proposto, meglio riaprire il bando, ponendo condizioni più precise, ripartendo da capo”.

“Sappia Tosi che gli chiederemo perché solo il piano Technital va bene” (parole che fanno presagire tempeste). L’assessore Corsi viene definito “inadeguato a gestire da solo un’opera faraonica”.

Cosa c’entrano alberghi e centri commerciali? E in zone destinate a notevole urbanizzazione?

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Comune Verona, Riflessioni, Traforo Torricelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...