Traforo Torricelle (11): Critiche

anno 2008: Critiche

– Nella realizzazione del traforo sono coinvolti personaggi che hanno contribuito economicamente alla campagna elettorale del candidato sindaco Tosi, come l’impresa Mazzi, con Technital.

– Il traforo serve al traffico extraurbano più che a quello cittadino. I costi vanno ripartiti tra i cittadini di tutti i Comuni interessati.

– Il traforo incentiva la mobilità privata: non toglierà auto dal territorio; anzi le aumenta. Nuove strade infatti non fanno diminuire la quantità di traffico. Questo progetto porta ulteriore traffico in città; non diminuirà neppure quello di attraversamento di Veronetta (a meno che si precluda il passaggio)

– Tutto il traffico va indirizzato lontano dal centro cittadino, in particolare il traffico pesante: i camion. Con il traforo invece il traffico pesante, che ora transita esternamente, e il normale traffico vengono portati a ridosso del centro città. “I camion passano comunque già in altre zone della città; meglio averne parte in trincea coperta con il filtraggio degli scarichi piuttosto che altrove senza filtri. Non dimentichiamo che ci sono zone, come Veronetta, costrette da anni a un traffico da camera a gas

– Facile profezia: sorgeranno costruzioni in ingresso e in uscita dal tunnel e lungo il percorso dell’autostrada.

– L’opera devasterà aree importanti della città: non solo Avesa, San Rocco, Quinzano, Ponte Crencano, ma anche La Sorte, Chievo e parco di Villa Pullè. Per di più toccherà le tasche di tutti i cittadini per parecchi decenni.

– Se, per coprire i costi, i Veronesi dovessero pagare le tangenziali e un pedaggio ombra ai caselli autostradali, il loro utilizzo calerebbe (nelle tangenziali presumibilmente del 25%) e il traffico in città peggiorerebbe.

Opportunità … a metà

Il traforo o passante favorisce i marmisti della Valpantena (il marmo arriverebbe veloce ad Affi) e contribuisce a risolvere il problema traffico in aree della città: Valpantena, forse nella zona Nord – Ovest di Verona. E la Valpolicella? I pareri divergono, anche perché “Verona non considera il territorio Valpolicella come importante parte in causa nella viabilità alle porte della città, neppure per scelte importanti che ricadono anche nella vallata”.

Lascia un commento

Archiviato in Comune Verona, Riflessioni, Traforo Torricelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...