I costi della politica: AMIA

I costi della politica. AMIA

Il sindaco Tosi e l’assessore Sandri spiegano la scelta per cui ai dirigenti nominati di AMIA è stato aumentato lo stipendio prima che entrassero in azione: “E’ questione di rispetto per chi ha la responsabilità di un’azienda strategica. Abbiamo adeguato i compensi alle altre aziende comunali, ad A.G.S.M. in particolare. Erano fermi al 2000. Il compenso al Presidente è adeguato rispetto alla figura professionale e alle responsabilità pesantissime di chi gestisce un’azienda con un fatturato di milioni in un campo così delicato come la gestione della filiera dei rifiuti. Non è certo per i 20.000 euro in più concessi a Toffali che aumenta la TIA (tassa sui rifiuti, aumentata nello stesso periodo), ma perché è chiusa la discarica di Pescantina”.

Considerazioni e domande ovvie al sindaco Tosi:

– perché, per l’aumento dei compensi in AMIA, si fa riferimento a AGSM, che ha la più alta remunerazione, e non ad altre aziende, come AGEC, di importanza e di responsabilità più vicina a AMIA?

– il fatturato di AMIA è tra i più bassi tra le aziende comunali; non va paragonato a quello di AGSM. Forse il Sindaco ha sbagliato nella valutazione o non ci dice la verità?

– AMIA gestisce la raccolta dei rifiuti. Non ha grandi responsabilità. Quelle vere sono di AGSM. Domanda al cittadino: Che ne pensi delle affermazioni del Sindaco? In che rapporto stanno con “Roma ladrona”? L’idea che la Lega Nord sosteneva, quella dell’amministratore al servizio della famiglia cittadina, dove va a finire? La politica diventa un lavoro e un guadagno.

Mentalità di Tosi

Dicembre 2007. In quell’epoca era acceso il dibattito sul polo diocesano della cultura e dell’assistenza agli anziani a San Massimo, voluto dal vescovo Zenti. A suo fianco c’è il sindaco Tosi.

L’idea era stata approvata dalla Giunta della Regione Veneto con un solo voto contrario: quello dell’allora assessore alla Sanità Flavio Tosi, ora sindaco. Oggi, interpellato, motiva così la sua scelta: “Ho votato contro per coerenza, come facevo con tutte le questioni amministrative che riguardavano la Giunta Zanotto”.

Come ci si può fidare della valutazione su una qualsiasi opera da parte di chi ragiona in questo modo?

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Comune Verona, La saggezza della memoria, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...