Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (44)

“L’Italia promuove e favorisce le organizzazioni rivolte (ad assicurare la pace e la giustizia fra le Nazioni)” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 11)

La Lega affonda i colpi : una proposta di legge

Prepara una proposta di legge che mira a regolamentare la costruzione di edifici di culto per le religioni che non hanno sottoscritto intese con lo Stato italiano. Questa legge:

– fa divieto ai muezzin di  utilizzare amplificatori esterni;

– istituisce presso il Ministero degli Interni un albo degli imam o ministri del culto;

– vieta i minareti, i richiami alla preghiera da parte dei muezzin e la collocazione di moschee a meno di un chilometro da una chiesa

– stoppa i contributi pubblici per la realizzazione di strutture;

– dichiara la possibilità o obbligatorietà di indire un referendum dei cittadini prima di autorizzare l’apertura di nuove moschee sul territorio. L’ultimo parere spetterà perciò ai cittadini e una volta ottenuto il via libera, le regole di comportamento saranno rigidissime;

– sancisce il principio della reciprocità: per una moschea aperta in Italia una chiesa cattolica in un paese a maggioranza musulmana;

– rende competenti in materia le Regioni, che valuteranno dimensioni e impatto delle moschee;

– saranno autorizzati solo rappresentanti di religioni che hanno sottoscritto un accordo con lo Stato italiano.

*Dicembre 2008. Roberto Cota (presidente dei deputati della Lega) sostiene la sospensione a tempo indeterminato della costruzione di nuove moschee e di presunti centri culturali finché il Parlamento non avrà approvato la legge che regolamenta l’edificazione di luoghi di culto da parte delle religioni che non hanno sottoscritto intese con lo Stato italiano, tra cui l’Islam.

* Ascoltiamo il “pensatore” leghista Matteo Bragantini: “Va fatta una riflessione su come il tessuto degli immigrati nord africani sia facilmente permeato e permeabile dalle parti politicamente e religiosamente estreme del mondo islamico. Ancora una volta siamo costretti a chiederci se non ci sia qualche cosa che non va nelle valutazioni sul concetto di terrorismo e di come questo venga interpretato da alcuni magistrati. Nei luoghi di culto e di preghiera riconosciuti e quindi controllati, la presenza di fedeli islamici diventa esigua. C’è la palese volontà di non farsi controllare, non solo per fatti di irregolarità e per cose più gravi. Anche per questo la Lega presenta un progetto di legge per disciplinare l’apertura di moschee e di centri islamici. L’Islam è spesso una comunità che non distingue politica, religione e cultura ed è inconciliabile con il nostro sistema giuridico”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...