Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (37)

“La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 6)

Mai una moschea ad Arcole

Luglio 2008. Il Comune di Arcole (sindaco leghista  e deputato: Giovanna Negro) vara un regolamento preventivo per rendere più difficile aprire una moschea. Vi si legge: “Per mantenere l’ordine a Arcole potranno sorgere moschee solo se si firma una convenzione col Comune per strade e parcheggi”.

Si dice che il ministro Maroni è d’accordo.

Si copia, in via preventiva, il sindaco Montagnoli, di Oppeano, che ha cambiato la normativa edilizia per impedire che edifici privati possano essere adibiti a luoghi di culto.

Il sindaco di Verona Tosi concorda: si pongono requisiti di buon senso in previsione della richiesta di costruire nuovi edifici di culto.

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...