Riforme della scuola

Il Ministero alla Pubblica Istruzione, in seguito alle “riforme” previste, deve chiarire:

– il rapporto con sindacati, genitori e popolazione. In particolare si deve tener conto delle esigenze delle famiglie e delle loro richieste di tempo pieno;

– cosa avverrà degli insegnanti di lingua;

– cosa intende effettivamente tagliare: se sono veri i tagli allarmanti e insostenibili di cui si dice;

– se resiste il tempo pieno;

– il Piano prevede una drastica riduzione di orari e indirizzi in tutti gli ordini di scuola. Sono perciò da revisionare i piani di studio e le materie di insegnamento fondamentali;

– in che modo si aiuteranno i maestri a riappropriarsi di tutti gli argomenti del fare scuola: chi da anni non insegna più lingua italiana, ad esempio, va sostenuto nel suo nuovo inizio;

– se è vero che la scuola non può essere uno stipendificio, è però doveroso chiedersi che ne sarà degli insegnanti scartati;

– Dal decreto legge 154: “I piani di ridimensionamento delle istituzioni scolastiche devono essere ultimati in tempo utile per  assicurare la razionalizzazione della rete scolastica già a decorrere dall’anno scolastico 2009-10.  Il Governo diffida le Regioni e gli Enti locali inadempienti a garantire il ridimensionamento della rete scolastica. Nel caso in cui le Regioni e gli Enti locali non adempiano  alla predetta diffida, il governo  nomina un commissario ad acta.

Cresce il timore che parecchie piccole scuole siano a rischio chiusura, anche nel veronese, in montagna (Ferrara, Velo, S. Mauro, Selva, Erbezzo, Caprino, …) e in pianura (Roveredo di Guà, Casaleone, Sanguinetto, Concamarise, Palù, …).

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, La Scuola, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...