Le mele a 0,35 euro al chilo

Pensiamo ai deportati di Rosarno; ai morti di Casal di Principe; agli schiavi dei ‘caporali’ di ogni tipo e provenienza. Tutti sappiamo. Sostengono la nostra economia, in particolare l’agricoltura, l’edilizia, il lavoro del marmo, … Ci permettono di comprare le mele a 0,35 euro al chilo. Li paghiamo quasi nulla; li lasciamo senza casa, in ambienti inqualificabili, senza i minimi servizi. Li trattiamo come dei “non uomini”. E se lo dicono; se tentano di dire che sono persone umane, di protestare, li cacciamo, li prendiamo a bastonate e a fucilate; li aggrediamo con cariche della polizia. Li uccidiamo.

Chi dovrebbe essere alla testa dei loro cortei di protesta?

Facciamo finta di non vedere, di non sapere. Facciamo finta. “Non possiamo salvare tutti!”.

Se poi qualcuno dice che queste cose succedono anche nella nostra città di Verona, nelle nostre campagne, nei campi di raccolta delle nostre periferie, concludiamo, contraddicendoci non poco, che … vanno cacciati; che è già tanto se si prendono quattro soldi; che non possiamo permettere che tra noi ci siano persone nel degrado. Tornino a casa loro. …

Poi ci ripensiamo: che se ne vadano? Nooo: li vogliamo; sappiamo che non ne possiamo fare a meno. Vogliamo gente che lavora, anche in casa nostra. Ciò che non vogliamo è che esistano come persone: non vogliamo che chiedano i loro diritti, seppure minimi; non vogliamo che pretendano il medico, l’assistenza sociale …

Che società stiamo costruendo?

Tito Brunelli

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...