Archivi del giorno: 7 giugno 2010

Riforma della scuola: cresce l’irritazione (6)

Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, n° 2:

“A ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza limitazione alcuna per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione. Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del paese o del territorio cui una persona appartiene, sia che tale territorio sia indipendente o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo o soggetto a qualsiasi altra limitazione di sovranità”.

Cresce l’irritazione di chi riflette su quanto succede

Non tutto è da buttare della “riforma”. Che una riforma sia necessaria siamo tutti d’accordo.

Cosa non va?

Irrita che il Ministro e il governo, con l’appoggio dei mass media, che riempiono le pagine solo di grembiuli e voti numerici, vogliano nascondere il dato più importante: obiettivo primo della “riforma” sono i tagli della spesa nella scuola. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, La Scuola, Riflessioni