Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (7)

“Gli accertamenti e le ispezioni (nelle case) per motivi di sanità e di incolumità pubblica o a fini economici e fiscali sono regolati da leggi speciali” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 14)

Case AGEC: i dati. Chi ottiene una casa AGEC non esce più

Per ben valutare è necessario conoscere:

– al 31 dicembre 2007 le case Agec erano 3.829;

– di queste quelle assegnate a immigrati erano 245;

– su 3.253 appartamenti assegnati in base alla legge regionale, 130 (in aumento) sono assegnati a immigrati.

Il 4 luglio 2007 si approva la nuova graduatoria: gli immigrati assegnatari sono 187 su 510 richiedenti: il 37% ; due anni prima erano 197 su 582. Nel 2006 gli immigrati nei primi 100 posti erano 23. Si prospetta una guerra tra poveri.

I problemi veri:

– occorrono più case, ma mancano i soldi;

– bisogna aiutare, con contributi appositi, chi rischia di perdere la casa o perché non ce la fa a pagare l’affitto o perché non riesce a pagare il mutuo;

– urge liberare abitazioni popolari, il che richiede che si cambi la legge regionale sulle case popolari. Da molto tempo, chi ottiene una casa Agec non esce più. Per essere buttati fuori occorre superare i 110.000 euro di reddito annuo, escluso il reddito dei figli. In pratica la casa del Comune diventa di proprietà. Ogni anno si liberano solo 100 alloggi.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...