Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (6)

“Il domicilio è inviolabile” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 14)

3) Questione casa: case AGEC ? Di fatto impossibile per gli immigrati

Una possibilità per gli immigrati è la casa popolare comunale. Verifichiamo.

Settembre 2007. L’azienda comunale AGEC approva nuove regole per l’assegnazione delle case popolari. Due delibere garantiscono più punti ai cittadini italiani che sono a Verona da più anni:

– la prima assegna 4 punti in graduatoria a residenti nel Comune da oltre 20 anni; 2 punti a chi è in città da 15 anni; 1 punto a chi vi risiede da 10 anni o vi svolge l’attività lavorativa principale da un minimo di 8 a un massimo di 20 anni. Chi è a Verona da meno di 10 anni non ha diritto di fare domanda di casa;

– la seconda assegna 4 punti a favore di nuclei familiari residenti composti o esclusivamente da persone di età superiore o eguale a anni 60 o con almeno un componente con età superiore o eguale ad anni 65, purché residenti nel comune di Verona da almeno 10 anni.

Il nuovo regolamento attribuisce, perciò, un massimo di otto punti: molti. Vengono penalizzati tutti i cittadini che, anche per motivi di lavoro, si spostano di città in città; si sa che i migranti sono per definizione mobili sul territorio.

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...