Bilancio comunale 2010 (3)

Tra il dire e il fare

Che cosa progetta l’Amministrazione Tosi per il 2010?

Le opere minori

Lo dichiarano Sindaco e Giunta nella conferenza stampa del 21-12-2009 e in interventi precedenti:

1) Piano dei parcheggi. Sono avviati i cantieri delle piazze Arditi, Santi Apostoli e Cittadella; ‘difficoltà operative’ per quello di lungadige Capuleti; quello di piazza Corrubbio va avanti anche se nessuno lo vuole; per quello all’ex Gasometro “sono arrivate le proposte per la progettazione. Entro la primavera si pensa di far partire la gara per la  realizzazione”.

(Nota. Parole generiche, gara: nulla di preciso).

Non si affronta la questione fondamentale: se si fanno i parcheggi in città e perciò si porta il traffico dentro la città, si può pensare di risolvere il problema traffico a Verona?

2) Recupero delle ex caserme. Piani su piani. Di certo c’è che gli interventi alla Passalacqua sono rinviati di qualche anno.

3) Piani urbanistici. Si prevedono “due distinti bandi: uno per Verona Sud e uno per il resto della città”.

4) Piano casa. Le domande sono 650; quelle accolte 38. Poco per il provvedimento che doveva contribuire al rilancio dell’economia.

5) Pannelli fotovoltaici sulla copertura dello stadio Bentegodi.

6) Programmi per la riconversione dell’ex scalo merci ferroviario e dell’ex manifattura tabacchi e aggiornamento del progetto del Prusst. Sarà approvato il Parco dell’Adige. E’ prevista una “rete ecologica di aree di eccellenza naturalistico ambientale con servizi collegati: noleggio bici, punti ristoro, percorsi natura e ciclo pedonali.

7) Stadio. “Questione da definire prima della fine mandato. Abbiamo presentato un programma ambizioso da 40 milioni per ristrutturarlo e ampliarlo in vista della candidatura dell’Italia e di Verona a ospitare i campionati europei di calcio del 2016”

8) Annuncio di posti di lavoro per famiglie in crisi, senza specificare.

9) Occasioni per Verona: arrivo in città della tappa finale del Giro d’Italia; il mondiale di pallavolo; la mostra del Corot, dalla quale ci si aspettava qualcosa di più ma “non è detto che non arrivi”.

10) Accenni: la nomina del vice sindaco e il bagno del Sindaco nel lago di Garda l’1-1-10.

11) Conclusione: “In questi giorni chiuderemo l’accordo sul Polo Finanziario, un’operazione che riuscirà a dare il via alla riqualificazione dell’ex Arsenale”.

*Nota: discorsi. Un programma deve indicare gli obiettivi da raggiungere, i tempi di realizzazione e chi finanzia le opere, sapendo che le disponibilità economiche del Comune sono scarse.

Chi può gioire di un programma così?

Lascia un commento

Archiviato in Bilancio comunale 2010, Commenti, Comune Verona, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...