La grande cacciata. Conosciamo meglio Flavio Tosi (19)

I nullafacenti devono poter essere espulsi

Il Decreto legislativo 30 del 2007 (contro i nullafacenti) consente l’espulsione dall’Italia di cittadini dell’Unione Europea che, 90 giorni dopo l’identificazione, non sono in grado di provvedere al sostentamento proprio e dei  familiari. Si vuole un alt all’immigrazione selvaggia, consentendo l’espulsione per ragioni di ordine pubblico e per chi non dimostra capacità di sostentarsi.

Flavio Tosi, appena eletto sindaco: “E’ legge dello Stato e va applicata. Formuleremo al Ministero (retto, con il nuovo governo, dal ministro Roberto Maroni)  una richiesta di chiarimento per le modalità applicative del decreto, in particolare per quanto riguarda l’allontanamento”.

Giorgio Salvi, in una lettera a L’Arena del 2-8-08, si dichiara stupito: “Altre sono le priorità: la criminalità, i ladri rispettati e riveriti, invece che puniti. Si privilegia il ‘via chi ferisce la vista’. Segno del rifiuto dell’altro, del diverso da noi”.

Ascoltiamo un romeno (luglio 2007): “Sono qui da tre anni. Gli unici lavori che trovo, per 3-5 euro all’ora, sono in campagna. Non mi posso permetter una casa: non ho contratti regolari. Quello che fa il Sindaco (no la permanenza ai nullafacenti) non serve. Sarebbe meglio che controllasse i datori di lavoro che fanno lavorare in nero e spesso non pagano affatto”.

Diceva don Primo Mazzolari: “Non è il fatto che ci siano dei poveri che fa paura, ma che esistano degli uomini che non li vogliono vedere”.

Pubblicità

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, Riflessioni, Tosi e la grande cacciata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...