Chi ha detto che il governo italiano non ha soldi?

Fase finale della campagna di mobilitazione per fermare l’acquisto da parte dell’Italia dei cacciabombardieri JSF-F35. Ci costeranno oltre 14 miliardi di euro (miliardi, capito?). La raccolta di firme online e cartacea, le delibere di appoggio degli Enti Locali, la mozione parlamentare proposta a deputati e senatori sono gli strumenti che la campagna mette in campo per chiedere al Governo di non procedere al previsto acquisto di 131 aerei da guerra con capacità di proiezione offensiva.

Sono previste manifestazioni di supporto in molte città italiane con consegna finale delle petizioni al Governo il 21 dicembre 2009.
Entro la fine del 2009 il Governo italiano, dopo aver ottenuto qualche mese fa un parere del Parlamento in poco tempo e praticamente senza dibattito, dovrebbe chiudere il contratto, che impegnerà l’Italia fino al 2026: è politica di riarmo, incoerenza con le missioni di pace (i cacciabombardieri sono aerei di attacco e possono trasportare ordigni nucleari) e distruzione di enormi risorse, nell’attuale situazione economica e sociale. Con questi soldi si possono costruire 3000 nuovi asili nido e 8 milioni di pannelli solari, dare indennità di disoccupazione a lavoratori dipendenti, allargare la cassa integrazione a tutte le piccole imprese.

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Notizie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...