Federalismo. Federalismo fiscale.

Per anni è sembrato il toccasana per l’Italia. Da mesi, ora che Popolo delle Libertà e Lega Nord sono al governo e hanno approvato i principi del federalismo, se ne discute poco o nulla.

Umberto Bossi quest’estate ha parlato di tutto, di scempiaggini che purtroppo portano voti, ma non di federalismo. Neppure Calderoli. Neppure Tosi. Nessuno del Popolo delle Libertà. Bossi ha ripescato la parola federalismo il 13 settembre a Venezia, alla festa della Lega, per dire che non è più sufficiente: occorre guardare più in là. E più in là cosa c’è se non la contrapposizione dura tra zone d’Italia? Se non il tenerci “i schei” per diventare la nuova Svizzera?

Dobbiamo chiederci il perché per mesi, dopo tanta enfasi, il federalismo è sparito. Il futuro ci aiuterà a capire, ma potrebbe essere tardi nella nostra realtà nazionale in cui il Popolo delle Libertà è sempre più debole e privo di idee, mentre la Lega procede coi i suoi slogan accattivanti e vincenti.

Uno dei motivi è il riemergere forte della questione meridionale, accanto a quella settentrionale. Crescono poi i centralismi delle singole Regioni (ad esempio, i miliardi di euro dati alla Sicilia li vogliono anche le altre Regioni del Sud), dei singoli Comuni (Verona ad esempio vuole dagli ‘amici’ romani i soldi per la filovia, per il traforo, per la Fondazione Arena, …). E’ il modo giusto per distruggere la nostra Nazione.

Forse poi il ministro Tremonti ha capito che il federalismo costa molto e che ciò che interessa non è un nuovo modo di governare lo Stato, ma l’avere più soldi per sè.

Forse poi (speriamo che sia questa la motivazione dei più) ci si rende conto che la guerra di tutti contro tutti prospetta per l’Italia un futuro miserevole, anche per chi ritiene di guadagnarci.

Bossi e compagni certamente andranno avanti per la loro strada: che ci siano più soldi, in ogni modo possibile, per la Lombardia e, in secondo luogo, per Veneto e Regioni vicine.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...