Immigrati e italiani insieme per il futuro da costruire (75)

“Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, a godere delle arti e a partecipare al progresso scientifico e ai suoi benefici” (Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, n° 27)

Vescovo di Padova Mattiazzo, in accordo col Prefetto

Si alzi un muro di indignazione

Crescono ombre razziste. Nella provincia di Padova si sperimentano forme di giustizia fai-da-te: occorre uno stop. Segni di paura e di insicurezza talvolta rasentano razzismo e xenofobia, falsati da una informazione che deforma la realtà, presentandola a una dimensione. Questa rincorsa a chi la inventa e la spara più grossa non è produttiva.

C’è vuoto di memoria storica. Si alzi un muro di indignazione. La Chiesa di Padova rifiuta ogni forma più o meno esplicita di razzismo e sottolinea con forza la necessità di recuperare i valori che sottendono al perseguimento del bene comune. E’ inaccettabile indurre a pensare le equazioni immigrati=delinquenti e povertà=illegalità: identificazioni lontane dalla realtà e contrarie all’etica evangelica. La povertà non può essere fattore di discriminazione. Prima di tutto viene la singola persona umana, i cui diritti sono universali, inviolabili, inalienabili. Per il cristiano la dignità della persona ha anche un fondamento teologico. E’ contrario all’etica cristiana porre in essere azioni discriminatorie sulla base di un qualsiasi tratto della persona: sesso, razza, lingua, religione.

La sicurezza è compito istituzionale dello Stato, che lo deve esercitare con impegno.

Come Chiesa sollecitiamo la società civile, gli amministratori, le scuole, le comunità cristiane e le famiglie al compito di educare all’accettazione dell’altro, al dialogo, alla solidarietà, alla convivenza pacifica, in nome del Vangelo per i cristiani e della Costituzione per tutti i cittadini.

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Immigrati, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...