Immigrati e italiani insieme per il futuro da costruire (61)

“Ogni individuo, in quanto membro della società, ha diritto alla sicurezza sociale nonché alla realizzazione, attraverso lo sforzo nazionale e la cooperazione internazionale ed in rapporto con l’organizzazione e le risorse di ogni Stato, dei diritti economici, sociali e culturali indispensabili alla sua dignità e al libero sviluppo della sua personalità” (Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, n° 22)

Immigrati di seconda generazione: i nuovi italiani

Fine 2008: sono un milione i figli di immigrati con meno di 18 anni che vivono in Italia: sono energie e risorse preziose, in grande aumento, da valorizzare. Sarebbe grande errore da parte degli Italiani porsi nei loro confronti con le modalità con cui abbiamo trattato i loro padri. Figli e figlie hanno altra mentalità.

Ci chiediamo: i figli di immigrati nati tra noi, volti della seconda generazione, sono stranieri o italiani?

Per il “Dossier Caritas 2008” sono più di un quinto della popolazione straniera; 650.000 frequentano la nostra scuola, numero che aumenta al ritmo di 70.000 all’anno. Quasi tutti hanno la residenza in Italia. Molti diventeranno cittadini italiani, anche se la legge italiana pone notevoli limiti. Aumentano i figli di coppie miste; nel 2006 sono stati 34.000 i matrimoni tra italiani e stranieri, il 10% del totale.

Le diverse tipologie di giovani sviluppano dinamiche d’integrazione nuove; prende forma una società sempre più multietnica, che  necessita di regole chiare e condivise e di una disponibilità reciproca all’incontro. Non è facile vivere a cavallo tra due culture e tra due mondi, tra le influenze di genitori in alcuni casi avvertiti come ‘stranieri’, della comunità etnica di appartenenza, dei coetanei, dell’ambiente e della mentalità italiani, di identità diverse spesso fonte di conflittualità, dei messaggi che si incrociano a scuola, nel quartiere, nei luoghi di ritrovo.

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Immigrati, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...